Tv, con l’estate torna Superquark: dai terremoti alla particella di Dio

Estate, arriva Piero Angela. La nuova serie di Superquark, il piu’ popolare magazine televisivo di scienza, natura e tecnologia ritorna da domani su Rai1 alle 21.20. Piero Angela tocchera’ con le nuove puntate tanti temi di attualita’: dai terremoti, protagonisti della prima puntata, alla cosiddetta ‘particella di Dio’, ossia il bosone di Higgs grazie al quale ogni cosa ha una massa. L’esistenza della particella prevista 48 anni fa e’ stata annunciata oggi al Cern di Ginevra e Angela nella conferenza stampa a Viale Mazzini ha spiegato che sara’ tra i temi che verranno affrontati.

A chi gli chiedeva se non fosse dispiaciuto per la collocazione estiva ha replicato: ‘devo essere onesto, egoisticamente sono piu’ tranquillo d’estate perche’ d’inverno sulla prima serata di Rai1 c’e’ una concorrenza agguerrita. Ma e’ anche vero che forse ‘Superquark’ d’inverno sarebbe stato magari piu’ visibile per i telespettatori’. ‘I programmi di Angela per Rai1 – ha fatto notare il vice direttore Ludovico Di Meo – sono garanzia di qualita’ e ascolti. Nella passata stagione sono state vinte 11 puntate su 12, con uno share superiore al 20%’.

Classe 1928, un lungo passato di giornalista dalla radio ai tg, maestro riconosciuto della divulgazione scientifica, Piero Angela non nasconde la soddisfazione: ‘in nessun altro paese europeo un programma di scienza va in prima serata su una rete ammiraglia e vince nella gara degli ascolti. Nel 1981 andare in onda alle 21.35 significava essere gia’ in seconda serata: in quella storica prima puntata portammo a casa un risultato di oltre 9 milioni di telespettatori’.

La nuova serie, in 10 puntate, presentera’ 6 spettacolari documentari della nuova serie della BBC Frozen Planet, Il pianeta di ghiaccio. Si vedranno le regioni polari come mai sono state girate in quattro anni di riprese e decine di operatori disseminati fra i ghiacci. Poi, due straordinari documentari della serie di Nicolas Hulot Ushuaia: Mondi di cristallo e Islanda la terra dei vulcani, nonche’ alcuni insoliti documentari sul mondo animale. Molti i servizi da tutto il mondo degli autori e registi di Superquark: dall’acqua nel deserto di Las Vegas alle serre dei fiori di Rotterdam, dal nuovo colosso dell’economia mondiale, il Brasile, alla scuola simbolo di eccellenza nel mondo: Oxford. Inoltre tre nuove rubriche: Le leve della crescita, ovvero quali sono davvero i motori dello sviluppo di un Paese; 100 anni fa per ricordare il punto da cui siamo partiti; Scienza & Societa’ in cifre, per schematizzare in dati statistici la riflessione sui rapporti fra i cittadini e la scienza.

Immancabile l’appuntamento con le rubriche di approfondimento: il Prof. Barbero per il Dietro le quinte della storia raccontera’ i retroscena o addirittura l’infondatezza di alcuni luoghi comuni storici, come il ‘giudizio di dio’ o lo ‘ius primae noctis’. Il Prof. Mainardi illustrera’, con filmati, casi curiosi del comportamento animale; mentre, in studio con Piero Angela, non manchera’ il fisico Paco Lanciano con i suoi esperimenti. Per la rubrica di Scienza in Cucina la dr.ssa Bernardi continuera’ nella sua utile e divertente panoramica sui falsi miti dell’alimentazione. ‘Abbiamo bisogna di scienza e tecnologia, perche’ su questo si basa un paese competitivo.

Occorre investire di piu’ sulla ricerca’, conclude Angela.

Migliaia di ore di televisione, 32 libri per due milioni e mezzo di copie vendute, un numero imprecisato di traduzioni, il premio dell’Unesco per la divulgazione, otto lauree ad honorem. E’ la sintesi del mezzo secolo di lavoro che ha dedicato alla diffusione della scienza. Delle otto lauree, una, quella in fisica, gliel’ha data l’Universita’ di Torino.

NESSUN COMMENTO

Comments