Torna a Milano il Salone du Chocolat, ecco ospiti e program

Il più importante appuntamento al mondo dedicato al cacao e al cioccolato che da 22 anni è passato da Parigi, New York, Londra, Tokyo e Mosca

In arrivo un weekend da leccarsi i baffi a Milano. Ritorna in città il Salon du Chocolat, da giovedì 9 a domenica 12 febbraio, negli spazi del MiCo (Milano Congressi). Quattro giorni dedicati al più goloso dei cibi, il cioccolato. A presentare questa mattina il ricco programma di appuntamenti, degustazioni e ospiti internazionali, l’assessora al Commercio e attività produttive, Cristina Tajani, con Pietro Cerratani, curatore dell’iniziativa, e Roberto Silva Coronel, ceo di Digital Events.

Il taglio del nastro giovedì prossimo alle 18. Finora 4.922 biglietti in prevendita rispetto ai 2.606 dell’anno scorso. Altri 50 vip pass disponibili da oggi. In programma, tra le curiosità, una sfilata con abiti di cioccolato e statue ‘da sgranocchiare’.

Ernst Knam, Gualtiero Marchesi, Carlo Cracco, Davide Oldani, Davide Comaschi, Iginio Massari, Andrea Besuschio. Sono solo alcuni dei nomi dei protagonisti che animeranno i tre palchi del salone per golosi che per l’edizione di quest’anno, la seconda, si svolgerà nello spazio espositivo in viale Eginardo (MM lilla Portelllo) con 8.400 mq consacrati al ‘cibo degli dei’.

La novità di questa edizione è proprio la partecipazione dello chef, ma prima di tutto maître chocolatier, Ernst Knam. Il ‘re del cioccolato’, in esclusiva per la manifestazione, realizzerà la scultura in cioccolato a tema San Valentino, simbolo dell’evento, che accoglierà gli ospiti al loro ingresso. Ma non solo: in uno stand ad hoc di 60 metri quadrati, Knam presenterà anche i nuovi progetti.

“Il Salone du Chocolat – ha detto Knam a margine della presentazione – è una grande occasione per ogni città. Io faccio tanto cioccolato con tanta passione e spero di far appassionare gli altri. Abbiamo tre giorni e mezzo con tanta roba, perché faccio quattro sculture. Ci saranno due in esposizione, poi un’opera di Fabio Novembre in cioccolato e la statua all’ingresso, un’opera molto classica che tutti conoscono, da 180 kg in cioccolato fondente. Faccio – ha svelato – anche l’ultimo abito della sfilata, rigorosamente bianco, tanti showcooking, dipingerò una tela di cioccolato di tre metri per due e presento il mio nuovo libro ‘Dolce dentro’, sabato alle 16″.

Torna così per il secondo anno a Milano il più importante appuntamento al mondo dedicato al cacao e al cioccolato che da 22 anni è passato da Parigi, New York, Londra, Tokyo e Mosca. Quest’anno 110 appuntamenti, tra show-cooking, degustazioni e presentazioni, 80 produttori e tantissimo spettacolo per promuovere il consumo e la qualità in Italia”, ha spiegato il curatore, Pietro Cerretani.