Toninelli, “il ponte a Genova lo ricostruiamo noi”. L’opposizione attacca, “prendi in giro i genovesi”

Il ministro spiega, “una delle strade” è affidare la ricostruzione del Ponte Morandi a Fincantieri e Cassa Depositi e Prestiti. E’ solo una delle ipotesi, “non è la decisione di un singolo”

Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture, parlando ai microfoni di Radio Anch’io ha assicurato: “Autostrade i soldi li mette, ma lo ricostruiamo noi il ponte”. “Autostrade deve ricostruire il ponte, questo è scontato in termini risarcitori: sugli immani danni morali e civili è normale che debba mettere i soldi, ma è altrettanto normale che non possa ricostruire”, perché sarebbe “irrispettoso nei confronti delle famiglie e dei cittadini”.

Dunque, spiega il ministro, “una delle strade” è affidare la ricostruzione del Ponte Morandi a Fincantieri e Cassa Depositi e Prestiti. E’ solo una delle ipotesi, “non è la decisione di un singolo, è una decisione del governo”.

Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, non ci sta e attacca: “Dal ministro Toninelli solo propaganda e zero fatti concreti. Ora la priorità è ricostruire. Il governo trovi soluzioni e risorse, e dia risposte concrete ai genovesi, agli sfollati, ai familiari delle vittime, alle imprese. Perché la decrescita non inizi da Genova”.

Si fa sentire anche Franco Vazio, vice presidente della commissione Giustizia della Camera e capolista Pd in Liguria: “Toninelli sta prendendo in giro Genova e i genovesi”. La polemica è appena cominciata.