Tessa Gelisio a ItaliaChiamaItalia: abbiamo solo questa Terra, rispettiamola

Seppur giovane, è un volto storico di Mediaset e popolarissima non solo in Italia. Tessa Gelisio, presentatrice e conduttrice di format di successo come Pianeta Mare e Cotto e Mangiato per citare gli ultimi successi, è spiritosa e simpatica, colta e semplice. Tessa è la classica donna che quando si cimenta in un progetto lo fa bene e sceglie sempre la cosa giusta. Si può definire Gelisio “un nome, una garanzia”.

Impegnata in prima persona per la tutela dell’ambiente, da giovanissima già militava in WWF, Amici della Terra e Legambiente; attualmente è fondatrice e presidente dell’Associazione Ambientalista forPlanet (www.forplanet.org) che raccoglie fondi per patrocinare progetti di recupero e preservazione di habitat a rischio, tutelando anche le foreste tropicali.

Proprio l’ambiente è l’argomento dell’intervista a seguire per ItaliaChiamaItalia, con i consigli di Tessa per una quotidianità più “verde”.

Come nasce il tuo amore per l’ambiente?

“Fin da piccola ho sempre avuto molto rispetto per il nostro Pianeta. Tutto è stato creato nella perfezione totale e l’uomo spesso per interessi personali rompe l’equilibrio di questo sistema. Ho rispetto per ogni forma vivente presente sulla Terra. E’ un qualcosa che fa parte di me, che è nel mio DNA. Trovo la vita un dono straordinario in ogni forma in cui si presenta. E’ una magia che ha in sé del sacro”.

forPlanet si occupa anche della salvaguardia delle foreste. Quanto sono importanti?

“Le foreste rappresentano uno degli ecosistemi più importanti per l’equilibrio climatico e il ciclo dell’acqua. Spesso si distruggono porzioni di foreste creando pericoli e danni,  trasformando realtà locali. Tutelare le foreste e parti di esse è uno degli obiettivi della mia Associazione. Abbiamo proprio iniziato con l’Argentina dove le distese di alberi sono un polmone di vitale importanza per proseguire con quelle della Bolivia, del Brasile e dell’Ecuador”.

Ogni singola persona, sensibile a questo argomento fondamentale per garantire e lasciare ai posteri un mondo migliore, come può intervenire per dare il contributo a forPlanet?

“In vari modi: sostenendo l’Associazione con l’acquisto di una parte di foresta, ad esempio forPlanet ha acquistato 20 ettari (50 acri) della foresta di Tumbesian in Ecuador grazie alla nuova collaborazione con World Trast Land (WLT). Ovviamente si possono acquistare porzioni minori. Altra forma è l’ecoturismo nella Riserva Naturale di Xixuaù, luogo spettacolare in Amazzonia. Vale la pena di fare un viaggio in un posto così incantevole che rimarrà un ricordo indelebile nella mente di ognuno di noi. Un viaggio che fatto una volta si sentirà la necessità di ripetere”.

I giovani d’oggi sono più sensibili ai temi “verdi”?

“Sì, senza dubbio c’è una gran evoluzione in tal senso. Le condizioni ambientali cominciano a diventare un argomento conosciuto e apprezzato. Necessita tuttavia vivere una quotidianità nel rispetto dell’ambiente. E’ importante avere uno stile di vita sempre più ‘verde’. Quando si acquisisce consapevolezza si può dare origine all’azione”.

Come si vive una quotidianità “verde”?

“Acquistando prodotti di stagione in loco. Questo è importantissimo! Fare la spesa con prodotti a chilometro zero, prodotti bio, meno carne e meno pesce. Ridurre i surgelati, tranne qualche verdura o cibo indispensabile. Tutto questo lo racconto nel mio ultimo libro ‘Ecocentrica’”.

Cosa pensi dello sviluppo delle energie rinnovabili?

“Sono pienamente a favore. C’è stato un grandissimo sviluppo in Italia, ma anche una forte speculazione. Ora il tutto si è un po’ rallentato. Chi ci governa ha fatto in tal senso gravi danni. Le energie rinnovabili sono uno strumento eccellente per il pianeta, non per sporchi giochi di arricchimento delle tasche dei soliti”.

NESSUN COMMENTO

Comments