Terrorismo, governo battuto al Senato: ‘Renzi, stai sereno’

Governo sotto al Senato su una ratifica che riguarda cinque accordi internazionali in materia di lotta al terrorismo. Secondo quanto viene riferito, sia il gruppo Ala di Denis Verdini che Area Popolare, al governo con Matteo Renzi, avrebbero votato con le opposizioni. Il governo e’ andato sotto ed è così stato battuto su un emendamento a firma del senatore azzurro Giacomo Caliendo."Governo battuto in Aula Senato su un emendamento Forza Italia. Ala e parte Ncd votano con opposizione. Primo pizzino di Verdini Matteo Renzi?". Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

L’emendamento presentato dai senatori di FI Giacomo Caliendo e Francesco Nitto Palma, approvato dal Senato con 102 si’, 92 no e 4 astenuti, chiede che la pena per atti di terrorismo nucleare non sia inferiore a 15 anni. Mentre il ddl prevedeva una condanna da 6 a 12 anni. "Abbiamo pensato di introdurre un aumento della pena per questo tipo di reati – spiega Caliendo – anche per garantire una proporzionalita’ con altri, quali l’omicidio stradale o alcuni delitti ambientali per i quali erano state aumentate sensibilmente le condanne".

"Oggi per la prima volta con voto palese governo e maggioranza vanno sotto. Ecco cosa accade quando la barca affonda: i topi si squagliano. Tanti auguri a Renzi stia sereno, lui il governo, e la maggioranza". Cosi’ Roberto Calderoli, nell’aula del Senato, dopo che il governo e’ stato battuto sul ddl terrorismo.

NESSUN COMMENTO

Comments