Terremoto, stop a nuovi aiuti. Alfano, ‘troveremo i soldi per ricostruire’ (VIDEO)

Foto LaPresse - Stefano Costantino 26/08/2016 Cittareale (ITA) Cronaca Terremoto centro Italia: questa mattina il Ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha visitato il centro operativo dei Vigili del Fuoco presso l'attendamento di Cittareale, Rieti, Italia. Nella foto: Angelino Alfano Photo LaPresse - Stefano Costantino 26/08/2016 Cittareale (ITA) Earthquake in central Italy: this morning the Minister of Interior, Angelino Alfano, has visited the operational center of the Fire Department at the encampment of Cittareale, Rieti, Italy. In the pic: Angelino Alfano

Per evitare l’accumularsi di generi alimentari non necessari, nel corso del vertice tenutosi stamani alla Provincia di Rieti a cui erano presenti il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, è stato deciso uno stop assoluto all’invio di nuovi aiuti, soprattutto generi di prima necessità, nei comuni di Amatrice e Accumoli colpiti dal sisma. Per quanto riguarda gli aiuti economici e’ stato ribadito l’invito a effettuare donazioni solo attraverso canali ufficiali, come Protezione civile e Regione Lazio.

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano sta facendo visita, proprio in queste ore, alle popolazioni colpite dal sisma. “L’esperienza del terremoto de L’Aquila ha insegnato un modello di soccorso che ha funzionato molto bene”, ha detto Alfano visitando il campo base dei vigili del fuoco ad Arquata del Tronto. "Il sistema di Protezione civile italiano puo’ dare lezioni a livello internazionale e mondiale. Il sistema dei soccorsi ha avuto reattivita’ immediata ed efficienza straordinaria".

Di fronte alla forza della natura "che e’ piu’ forte degli uomini" la risposta che lo Stato puo’ dare "e’ un aiuto immediato e un soccorso ai superstiti". "Al tempo stesso – ha detto ancora il ministro – dobbiamo restituire ai propri cari le salme di coloro che non ci sono piu’. Per il giorno dopo la tragedia abbiamo una risposta da dare, che e’ il ritorno nelle case in condizioni di sicurezza, il sostegno a chi ha perso attivita’ lavorative e commerciali a seguito del sisma. Facendo si’ che tutte riprendano, restituendo normalita’ a questi luoghi".

"Il diritto dei cittadini a tornare nelle case lo comprendiamo e lo sosteniamo. A condizione che non abbia come conseguenza l’andare in posti poco sicuri". "Abbiamo il dovere – ha detto ancora Alfano – di provvedere alla verifica statica dei luoghi e a questo stanno provvedendo i vigili del fuoco che lavorano alla grande. Come la scorsa notte, quando si sono fermati solo per pochi attimi durante le nuove scosse".

"Le scuole devono riaprire", ha aggiunto Alfano, sottolineando la necessita’ di far cominciare regolarmente le lezioni "per dare un segnale di immediata ripresa di tutte le attivita’ che lo Stato deve organizzare". Per Alfano "non possono passare mesi, facendo arrivare autunno e inverno, con i nostri concittadini in mezzo alla strada". "Ci stiamo impegnando perche’ cio’ non avvenga", ha aggiunto, ricordando gli stanziamenti del Consiglio dei ministri. "Siamo qui – ha detto Alfano – per condividere il dolore, per dare sostegno ai vigili del fuoco, alle forze dell’ordine e al sistema delle prefetture che ha dato quella risposta che noi uomini possiamo dare ad una natura piu’ forte di noi. Se ci sono responsabilita’ nella prevenzione altri organismi sono deputati ad accertarle”.

Per consentire a chi e’ stato colpito dal terremoto di tornare nella propria casa e per consentire ai borghi distrutti di tornare ad essere popolati "noi ce la metteremo tutta: i soldi abbiamo gia’ iniziato a metterli ieri, tutti quelli che serviranno li troveremo, non manchera’ un centesimo per completare la ricostruzione e far si’ che nessuno lasci questi splendidi luoghi".

SERVIZI INPS: DA UFFICI MOBILI A CIRCOLARITÀ PAGAMENTI PENSIONI Nelle regioni interessate dal sisma del 24 agosto 2016, tutte le strutture territoriali dell’Inps sono attive e garantiscono i servizi. Lo rende noto un comunicato dell’Istituto. Inoltre, al fine di assicurare le informazioni necessarie agli utenti, nonché la continuità dei pagamenti delle pensioni e delle prestazioni a sostegno del reddito, sono previsti per i beneficiari residenti nelle zone interessate servizi alternativi di emergenza. Non appena sarà possibile l’accesso ai territori colpiti, comunica l’Inps, saranno allestiti Uffici mobili, per agevolare gli assicurati e i pensionati che avessero necessità di ricevere informazioni e presentare domande di prestazioni. Di tale attivazione sarà data ampia informazione.

Fs, treni gratis per sfollati e protezione civile Da oggi fino al 30 settembre – Il Gruppo FS Italiane, per offrire supporto nella gestione dell’emergenza terremoto, mette a disposizione dei cittadini sfollati, dei residenti dei comuni colpiti dal sisma e degli operatori della Protezione Civile un viaggio gratuito di andata e ritorno sui treni regionali e della lunga e media percorrenza per qualsiasi destinazione in Italia. Per ottenere il biglietto, da oggi e fino al 30 settembre, gli aventi diritto dovranno presentare un’apposita credenziale che dovra’ essere rilasciata dalle Autorita’ locali di Protezione Civile presenti su tutto il territorio nazionale. Inoltre il Gruppo FS Italiane, che e’ membro del comitato operativo della Protezione Civile, ha fornito fin da subito kit di primo soccorso contenenti generi alimentari e di conforto per le popolazioni dei territori colpiti dal terremoto.

Le strutture religiose aprono le porte ai terremotati – Il portale www.ospitalitareligiosa.it in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana ha allertato le strutture di ospitalita’ religiosa nelle zone limitrofe all’epicentro del terremoto del 24 agosto, per mettere gratuitamente a disposizione posti-letto di emergenza in favore degli sfollati, in attesa di una sistemazione piu’ duratura da parte delle istituzioni. L’iniziativa – si spiega in una nota dell’associazione non profit Ospitalita’ Religiosa Italiana – rappresenta un ulteriore appello alla Misericordia giubilare, pur nell’emergenza della tragedia di questi giorni e si aggiunge alle altre gia’ messe in campo dalla Cei per essere vicini alle comunita’ colpite. L’elenco delle strutture che si sono gia’ rese disponibili nelle prime ore per centinaia di posti-letto viene continuamente aggiornato sul portale tramite la pagina dedicata. Gli enti locali e le istituzioni – e’ reso noto – possono quindi interpellare il portale, come indicato nella pagina, per richiedere le informazioni sulle disponibilita’ e su come contattare le strutture.

Impegno Suning, 200mila euro a terremotati – Duecentomila euro per i terremotati. E’ l’impegno che prende Zhang Jindong nuovo proprietario dell’Inter. Un atto di altruismo per l’azienda cinese che ha acquisito la maggioranza della societa’ nerazzurra da pochi mesi. "Il Suning ha acquistato l’Inter – spiega Zhang con una nota sul sito del club – anche perche’ siamo stati affascinati da un bellissimo paese come l’Italia. Siamo molto addolorati per la tragedia che ha colpito il cuore del Paese e vorremmo inviare le nostre condoglianze a coloro i quali hanno perso i loro cari in seguito al terremoto. Nelle prossime ore ci attiveremo per far sentire la nostra vicinanza attraverso una donazione di 200.000 euro, da destinare alle associazioni che si stanno prodigando per portare aiuto e soccorso alle zone colpite dal sisma".

NESSUN COMMENTO

Comments