Terremoto, Berlusconi chiede unità: ‘Ricostruire in tempi brevi’

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, dopo la tragedia del terremoto che ha colpito l’Italia centrale la scorsa settimana, ha spiegato che ora più che mai è necessaria l’unita del Paese, anche a livello politico, per far fronte all’emergenza. "Di fronte alla tragedia che ha colpito le popolazioni di diversi comuni dell’Italia centrale, non ci sono parole adatte ma solo il cordoglio, la solidarieta’, la preghiera. Sono vicino con il cuore alle vittime, ai feriti, ai loro famigliari e a tutti coloro che hanno perso la propria casa e i propri beni. Questo e’ il momento dell’unita’ e dello sforzo comune per assicurare la massima efficacia e sollecitudine degli interventi", ha dichiarato in una nota il Cav, che poi ha proseguito: "Come sempre in questi tragici momenti il nostro Paese sapra’ dare il meglio di se’, e a questo riguardo sono davvero ammirato dall’impegno e dalla solidarieta’ dei tanti volontari, dalla professionalita’ e dell’abnegazione delle donne e degli uomini della Protezione Civile, dei vigili del fuoco, delle Forze dell’ordine, delle Forze Armate, dallo spirito di sacrificio e dalla dedizione del personale sanitario e dei tanti apparati dello stato coinvolti".

"Ho davanti agli occhi il drammatico precedente del terremoto dell’Aquila e so bene quanto sia difficile in questi momenti coordinare con efficacia e rapidita’ gli sforzi per prestare i primi soccorsi e insieme riavviare la ricostruzione nei temi piu’ brevi possibili. Per questo e’ necessaria la collaborazione costruttiva di tutti gli organi e le amministrazioni pubbliche. Il mio auspico e’ che oggi come allora si possa dare al piu’ presto un tetto dignitoso a chi lo ha perduto. Forza Italia e’ naturalmente pronta a sottoscrivere in Parlamento ogni provvedimento legislativo utile a favorire i soccorsi e la ricostruzione", conclude l’ex premier.

CASINI “L’appello di Renzi per una fase di responsabilita’ nazionale che affronti le grandi questioni aperte dal dramma del terremoto e’ il modo giusto per rispondere alle sfide dei tempi. E’ una direzione intelligente che forse il governo avrebbe potuto assumere anche in altre circostanze. Sono certo che tanti esponenti politici di opposizione, a partire dalle parole dei giorni scorsi del presidente Berlusconi, avranno la sensibilita’ e il senso dello Stato per corrispondere positivamente a questa richiesta". Lo dice Pier Ferdinando Casini, presidente della Commissione Affari esteri del Senato e leader Udc.

BRUNETTA "#Terremoto In questo momento cosi’ difficile e delicato per il nostro Paese Forza Italia e’ disponibile, cosi’ come dichiarato dal presidente Silvio Berlusconi, a collaborare in Parlamento con il governo Renzi e con le altre opposizioni per gestire l’emergenza post sisma in modo condiviso e coeso, e per dare il nostro fattivo contributo per la ricostruzione e per un piano nazionale di messa in sicurezza degli edifici, a partire da quelli pubblici". Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati. "Noi siamo diversi – sostiene Brunetta – dalla sinistra, noi non siamo come loro. Ricordiamo i comportamenti indecenti che ebbero nel 2009, quando governava il centrodestra, dopo il terremoto de L’Aquila. Noi siamo una forza responsabile che lavorera’ per il Paese senza provare in alcun modo a speculare politicamente su una tragedia cosi’ immane. Unita’ per l’Italia!".

SAMMARCO "L’emergenza terremoto e la successiva fase di ricostruzione dei luoghi colpiti dal sisma nel Centro Italia richiedono la messa in campo di un autentico spirito nazionale ed unitario. Accogliamo positivamente la disponibilita’ offerta da Silvio Berlusconi a sostenere in Parlamento le norme per il dopo-sisma: e’ un approccio istituzionale giusto e responsabile che ci auguriamo possa registrare il massimo consenso possibile. Non e’ il tempo per le divisioni o le beghe da bottega".

NESSUN COMMENTO

Comments