Terremoto alle porte di Roma, paura e panico ma niente danni a persone o cose

Nella zona dei castelli romani, alle ore 17:13, si è registrata oggi una scossa di terremoto di magnitudo 3.5; è successo nel distretto dei Monti Cornicolani-Aniene, e ha interessato molti altri comuni dei Castelli, tra cui Frascati, Gallicano nel Lazio, Grottaferrata, Rocca Priora e San Cesareo. Questi, almeno, quelli compresi entro i 10 km dall’epicentro. Dieci km e’ stata anche la profondita’ dell’evento sismico.

La scossa, durata alcuni secondi, e’ stata avvertita nettamente anche in tutta la zona a sud-ovest di Roma, oltre che in alcuni quartieri della Capitale, come l’Anagnina, Cinecitta’, l’Eur. Dalle prime verifiche effettuate nei pressi dell’epicentro, non risultano danni a persone ne’ agli edifici, ma solo centinaia di chiamate alle forze dell’ordine dei locali comandi o stazioni da parte di persone spaventate.

Mezzi dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile e della Polizia municipale continuano a pattugliare il territorio, sorvolato anche da un elicottero dei Vigili del Fuoco. Gente in strada anche a Roma, sulla Casilina, all’altezza di Finocchio.

La barista di un locale su via Fontana Candida racconta: "La pedana del bar ha ballato, tremava tutto: bicchieri e bottiglie”. A Frascati, in localita’ Cocciano, sono stati i residenti nei piani piu’ alti degli edifici ad avvertire maggiormente la scossa. A Monteporzio, spiegano alcuni residenti di piazza Trieste e via Roma, "sono caduti alcuni libri dalle mensole e si sono aperte le ante degli armadi".

Al momento ai vigili del fuoco di Roma non risultano danni legati alla scossa di terremoto che si e’ verificata nella zona dei castelli romani, con epicentro vicino a Monte Porzio Catone e Colonna, ma sono in corso verifiche. Al centralino dei vigili del fuoco sono arrivate tantissime telefonate di gente allarmata. La ricognizione prosegue anche con un elicottero che sta verificando la situazione.

Il sisma è stato avvertito anche nella residenza pontificia di Castel Gandolfo, dove in questo periodo alloggia Benedetto XVI. Il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, dopo aver sentito il direttore delle Ville Pontificie Saverio Petrillo, ha riferito che ‘la scossa e’ stata avvertita anche a Castel Gandolfo, senza pero’ alcuna conseguenza negativa’. ‘Ora la situazione e’ tranquilla’, ha spiegato ancora padre Lombardi.

NESSUN COMMENTO

Comments