Terremoti, nel centro previsione in Florida 2 scienziati italiani all’estero

Scientists from the British Geological Survey look at a seismogram readout of Britain's strongest earthquake in twenty years in Edinburgh, Scotland February 27, 2008, in this posed picture. An earthquake with a magnitude of 5.2 shook parts of Britain on Wednesday but officials said there were no reports of anyone being killed or serious damage.

Ci sono anche anche il geologo parmigiano Valentino Straser e il fisico dell’acustica della crosta terrestre Giovanni Gregori di Roma tra i ricercatori del nuovo Centro americano per la previsione dei terremoti. E’ partita questa mattina in Florida (Usa) la sfida scientifica per la previsione di terremoti, eruzioni vulcaniche, tsunami ed eventi geofisici distruttivi. Si chiama ‘The International Earthquake and Volcano Prediction Center’ (Ievpc), con sede a Orlando, ed e’ stato presentato negli Stati Uniti.

Il team, costituito da nove scienziati di varie nazionalita’, e’ diretto da Dong Choi, direttore della ricerca scientifica, da John L. Casey, chairman dell’Ievpc e presidente dello Space and Science Research Corporation. Fra gli obiettivi della ricerca, la sperimentazione di precursori che possano fornire dati su un evento geofisico potenzialmente distruttivo da alcune settimane a pochi minuti prima dell’accadimento. Fanno parte del team Fumio Tsunoda (Giappone), Zhonghao Shou (Cina/Usa), Masashi Hayakawa (Giappone), Natarajan Venktanathan (India), Lev (Leo) Maslov (Russia/Usa), Bruce Leybourne (Usaq), Arun Bapat (India), e i due scienziati italiani, Gregori e Straser.

NESSUN COMMENTO

Comments