Taxi Fiumicino – Roma: stessa corsa, ma tariffe diverse, del 50% in più

Una corsa in taxi dall’aeroporto di Fiumicino a Roma (entro le mura Aureliane) costa 60 o 40 euro? Dipende. Da cosa? Dalle licenze ai tassisti. Se vengono rilasciate dal Comune di Roma la tariffa e’ 40 euro, se, invece, vengono rilasciate dal comune di Fiumicino la tariffa sale a 60 euro, il 50% in piu’. Occorre mettersi nei panni di un turista, che difficilmente conosce la lingua italiana, riservata a pochi eletti, che scende all’aeroporto intercontinentale "Leonardo da Vinci" di Fiumicino (RM) e che prende un taxi: per arrivare a Roma, se sara’ fortunato, gli tocchera’ un taxi del comune di Roma e paghera’ 40 euro, se invece sara’ sfortunato, prendendo quello del Comune di Fiumicino, paghera’ 60 euro.

I taxi, ovviamente sono in fila uno dietro l’altro ed e’ complicato scegliere: occorrera’ guardare sulla carrozzeria se c’e’ scritto l’uno o l’altro Comune. Chi spieghera’ il mistero all’ignaro turista giapponese che, oltre a pagare cifre astronomiche per un pranzo, dovra’ anche pagare di piu’ per lo stesso servizio di trasporto? Una notizia del genere ci fara’ sommergere dalle risate a livello internazionale. Oggi i tassisti sono in sciopero. Le resistenze e la tutela del proprio "particulare", come diceva Guicciardini, sono emblematiche cosi’ come lo erano le norme che consentivano differenti prezzi per lo stesso percorso: una storia che dura da anni. Liberalizzare le licenze ci sembra la strada migliore per rompere incrostazioni decennali. Con il nuovo decreto dovrebbe cambiare qualcosa. Per gli utenti, speriamo.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc*
 *Associazione per i diritti degli utenti e consumatori

NESSUN COMMENTO

Comments