Tajani, “l’Europa valuterà gli atti concreti del governo gialloverde”

“Vediamo quello che saranno capaci di fare. Io ho molti dubbi anche perché non mi tornano i conti economici, non vedo le coperture per le misure annunciate"

Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo ed esponente di primo piano di Forza Italia e del Ppe, commenta la nascita dell’esecutivo Jamaica: “Era tempo che si desse un governo all’Italia. Ma se questa è la soluzione trovata, si è perso almeno una settimana: perché? Se i Cinque Stelle invece di parlare di impeachment avessero subito fatto la proposta che poi hanno fatto a Salvini forse si poteva avere un governo una settimana fa, facendo meno danni alle nostre istituzioni e alle tasche dei cittadini”.

Fatto sta che l’Italia sarà il primo grande paese europeo ad avere un governo populista. “Vediamo quello che saranno capaci di fare. Io ho molti dubbi anche perché non mi tornano i conti economici, non vedo le coperture per le misure annunciate”.

Intervistato dal Quotidiano Nazionale, l’azzurro prosegue: “Premesso che il governo italiano lo decidono gli italiani, l’Europa valuterà gli atti concreti che questo governo farà. C’era una grande preoccupazione. Lasciamo perdere le dichiarazioni fuori luogo di Oettinger, ma la preoccupazione c’era perché sinora erano prevalsi gli interessi di partito sugli interessi dei cittadini. Adesso si è trovata una sintesi e i partiti che fanno parte del governo dovranno dimostrare che metteranno gli interessi dei cittadini davanti a tutto”.

“Vedremo” ora come sarà accolto a Bruxelles Paolo Savona agli Affari Europei: “Il ministero degli Affari Europei è il ministero che si occupa in Italia dell’implementazione delle direttive comunitarie, delle procedure di infrazione, non è il ministero che tiene i rapporti con l’Europa. Comunque, nell’interesse dell’Italia mi auguro che il professor Savona, uomo di spessore, faccia bene”.