Tablet, addio alla versione da 16 GB del PlayBook RIM

Addio alla versione da 16 GB del PlayBook, il tablet che era stato progettato dalla RIM – l’azienda che produce il Blackberry – per cercare di fare concorrenza ai sistemi operativi iOS ed Android.

Appena arrivato sul mercato, il PlayBook ha fin da subito deluso le aspettative dell’azienda canadese: i numeri parlavano chiaro, le vendite erano molto al di sotto delle previsioni. Così la Rim aveva deciso di abbassare il prezzo della propria “tavoletta”, per potere almeno recuperare i costi di produzione. Ma anche in questo modo, non c’è stato nulla da fare: evidentemente, la concorrenza da arte di Apple, Samsung ed altri marchi è troppo forte. E il sistema operativo del Playbook o non piace o non è stato capito.

Comunque la RIM dichiara di credere ancora nel mercato dei tablet: avere cancellato la versione da 16GB della propria tavoletta vuol dire soltanto, spiegano dalla compagnia canadese, dare più spazio alle versioni da 32 e 64GB. Tuttavia, il dispositivo della RIM ha davvero avuto uno scarso successo da quanto è arrivato nei negozi (viene commercializzato solo nell’America Settentrionale), tanto che non sono pochi gli analisti che pensano che fra qualche mese l’intera linea possa essere messa da parte.

NESSUN COMMENTO

Comments