Susanna Cenni (Pd): “Lega e M5S non hanno voluto governare. Ora serve responsabilità”

La parlamentare senese commenta l’operato di Lega e M5S e interviene a difesa del Presidente della Repubblica

“In queste ore in cui tutti sembrano diventati costituzionalisti, serve fermezza e consapevolezza del reale scontro in atto nel nostro Paese. Dopo oltre 80 giorni di tira e molla, la Lega ha utilizzato l’alibi del professor Savona per far saltare il banco e tornare al voto pensando di far cassa sulla pelle del Paese. Questa è la realtà, altro che Governo del cambiamento”. Così Susanna Cenni, parlamentare senese del Pd commenta l’operato dei Lega e M5S e interviene a difesa dell’operato del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Considero di una gravità inaudita – prosegue – che il M5S, che in questi giorni ha abdicato a ogni capriccio della Lega, abbia ipotizzato la messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, figura dal profilo e dal comportamento istituzionalmente indiscutibile, che in queste settimane ha lavorato, con grande lucidità e disponibilità, per dare all’Italia un Governo senza mai uscire dai confini costituzionalmente previsti. Al Presidente Mattarella, che ha agito per tutelare i risparmi ed il potere di acquisto di cittadini e imprese, va tutto l’appoggio e la vicinanza personale e del nostro Partito – conclude Cenni – che ovunque si sta mobilitando per dire con forza che il Pd sta dalla parte della Costituzione”.