Stuprata e strangolata nel letto di casa, uomo rinviato a giudizio

Con l’accusa di aver violentato e strangolato con il cavo della biancheria, il 30 giugno 2010, a Torino, la connazionale Lourdes Flores Navarro, di 60 anni, il cittadino filippino Marciano Montel Vines, di 54 anni, e’ stato rinviato a giudizio dal Gup del capoluogo piemontese per omicidio, violenza sessuale e rapina. Montel fu identificato perche’, alcune settimane dopo il delitto, uso’ la carta di credito della vittima.

Il rinvio a giudizio e’ stato deciso dal gup Francesco Moroni, dopo aver esaminato le perizie sul dna trovato sul corpo della vittima e i filmati degli impianti di sorveglianza della zona dove avvenne il delitto. Il corpo di Lourdes Flores Navarro, conosciuta come Maria, fu trovato seminudo sul letto di casa. L’autopsia accerto’ che fu violentata prima di morire e che fu strangolata, presumibilmente con un cavo per stendere la biancheria che fu trovato nella stanza. Le indagini dei carabinieri si concentrarono subito comunita’ filippina torinese.

NESSUN COMMENTO

Comments