Stefania Craxi dice addio al PdL: ‘Centrodestra è morto’. Berlusconi amareggiato

  Fin quando Silvio Berlusconi resterà il “padrone” del PdL “non cambierà niente”: così Stefania Craxi, ex sottosegretario agli Esteri, decide di lasciare il Popolo della Libertà e passare al Gruppo Misto, anche se guarda con favore all’Udc. E poi “non voglio far mancare il mio voto al governo Monti, purché il suo secondo tempo di riforme non resti un sogno. Ma nel Pdl non posso restare”.

Per la figlia del celebre Bettino Craxi, storico leader socialista, ormai “il centrodestra è finito”, “è finito un ciclo politico”. Inutile non prenderne atto una volta per tutte, osserva. Ora Stefania punta su “Riformisti Italiani”, il suo Movimento, e sostiene l’Udc di Casini. Ma di Fini non ne vuol sentir parlare: “Mio padre lo ha sempre chiamato ‘compagno Fini’”.

Come ha reagito Silvio Berlusconi all’addio di Stefania Craxi? Il Cav si dice “amareggiato”: ma come, si è chiesto e ha chiesto ad alcuni deputati, perché è andata via? Conoscevo bene la sua storia, le volevo bene – avrebbe spiegato l’ex premier – e poi era grande amico di suo padre…

Sì, pero Stefania Craxi ha anche dichiarato di aver chiesto un incontro con il Berlusca più volte, prima di prendere la decisione di dire addio al partito, e da parte del Cav – secondo quanto ha spiegato l’ex sottosegretario – non è mai arrivata alcuna risposta…

 

NESSUN COMMENTO

Comments