Spending review, da ospedali a tribunali: ecco la mappa dei tagli

Meno travet, ospedali, auto blu. Ma anche tribunali, militari, armamenti. La mappa dei tagli della spending review e’ ormai definita. Almeno stando alle ultime bozze che circolano. E giovedì il Cdm sceglierà tra le diverse misure. Tranne quelle che riguardano le province che arriveranno solo in una fase successiva, forse con un decreto ad agosto. E non ci sara’ (anche se e’ presente nelle bozze) il blocco delle tariffe.

Ecco intanto la mappa dei tagli.

– AUMENTO IVA ‘SOSPESO’: Sospensione per il 2012 dell’incremento dell’iva e riduzione dell’incremento dal 2013.

– ASCIA SU AUTO BLU: Le spese non potranno superare il 50% di quelle sostenute nel 2011.

– TAGLIO AI TRAVET MA SENZA FORNERO: Taglio del 10% ai dipendenti pubblici e del 20% ai dirigenti. Ma in deroga alle regole della riforma Fornero per evitare il gli esodati.

– MENO SPAZIO PER TRAVET: Meno uffici e razionalizzazione degli spazi pro-capite.

– DIMAGRISCONO BUONI PASTO: Non potranno superare 7 euro.

– OBBLIGO FERIE: Le ferie dovranno essere godute. Non potranno essere monetizzate.

– CHIUSO A FERRAGOSTO: Gli uffici chiuderanno nella settimana di ferragosto e in quella tra Natale e Capodanno.

– STOP CONCORSI PER DIRIGENTI: Sospensione concorsi per l’accesso alla prima fascia dirigenziale.

– SOLO INFORMATIVA A SINDACATI: In caso di revisione degli organici i sindacati saranno solo informati, anche dopo.

– STOP PERMESSI SINDACALI: Taglio del 10% sui permessi retribuiti.

– COMPENSI CAF: Scende da 14 a 13 euro per dichiarazione.

– PATRONATI: Taglio del 10% ai trasferimenti.

– DA SANITA’ RISPARMI 5 MLD: Arrivano tagli per 5 mld al fondo sanitario da qui al 2014.

– MENO MINI-OSPEDALI: Riconvertiti o chiusi i piccoli ospedali (sotto i 120 posti). Saltano 18.000 posti letto.

– STRETTA SU FARMACI: Stratta su farmaci ed acquisti del servizio sanitario.

– TAGLI A REGIONI: 700 mln per il 2012 e 1 mld dal 2013.

– TAGLI A COMUNI: 500 mln per il 2012 e -2 mld dal 2013.

– TAGLI A PROVINCE: 500 mln per il 2012 e -1 mld dal 2013.

– VIA PROVINCE, ARRIVANO CITTA’ METROPOLITANE: Via molte province (ne resterebbero 61 rispetto a 107). Ma non ora, forse in un dl ad agosto. Arrivano le citta’ metropolitane.

– MENO TRIBUNALI: Finora le ipotesi circolate sui tagli prevedono la chiusura di una trentina di tribunali, di 37 procure e di 220 sedi distaccate.

– SUPERPREFETTURE: Arrivano le superprefetture. Gli uffici territoriali dello Stato del Comune capoluogo di Regione assorbiranno le funzioni di tutte le amministrazioni periferiche che hanno sede nella stessa regione.

– CALA SPESA UNIVERSITA’: Taglio di 200 milioni.

– AUMENTA SPESA SCUOLE NON STATALI: Piu’ 200 milioni.

– IMMOBILI DIFESA: Semplificazione delle procedure di vendita degli alloggi del Ministero della difesa.

– MISSIONI PACE: Sforbiciata da 8,9 milioni.

– TAGLIO AD ARMAMENTI: Scende di 100 milioni il fondo.

– URANIO IMPOVERITO: Taglio 10 milioni.

– MENO MINI-NAJA: Taglio di 5,6 milioni.

– MENO MILITARI: Si prevede il taglio in misura non inferiore al 10% del totale degli organici delle forze armate.

– SOLO ACQUISTI ON LINE: Oppure si rischia la nullita’ dei contratti stipulati. Per alcuni settori, tipo l’istruzione, arriva un mercato ad-hoc. Arriva anche la possibilita’ del diritto di recesso se la spesa supera quella fissata da Consip.

– CDA PUBBLICI: Potranno avere al massimo 3 membri. E stop alle assunzioni.

– CANONI BLOCCATI: Blocco degli adeguamenti Istat per i canoni dovuti dalle Amministrazioni. I canoni potranno essere rinegoziati.

– MENO ONERI PER CHI PUBBLICA SU GIORNALI: Taglio alla pubblicazione dei bandi sui giornali.

– ENTI MINORI SENZA PERSONALITA’: Revoca della personalita’ giuridica nei confronti degli enti di minor dimensione.

– AGGIO EQUITALIA: Potrebbe scendere di un altro 4%.

– RIORGANIZZAZIONE CNR: L’Istituto nazionale di ricerca metrologica, la Stazione zoologica Anton Dohrn, l’Istituto italiano di studi germanici e l’Istituto nazionale di alta matematica sono soppressi. Passano al Cnr.

NESSUN COMMENTO

Comments