Spari a Milano, la vedova di Giorgio Erba: ‘funerali di Stato? No, grazie’

Saranno funerali di Stato a metà. Non ci sarà il feretro della terza vittima, Giorgio Erba, l’ex socio di Claudio Giardiello ammazzato anche lui in Tribunale. Lo ha deciso sua moglie Rosanna Mollicone: "Ci sono stati vari annunci ma nessuno ha parlato con me – afferma in una intervista alla Stampa -. I funerali di mio marito avverranno mercoledì alle 10 e 45 nel Duomo di Monza con tutti i suoi amici", "l’unica persona con cui ho parlato in tutti questi giorni è un tal signor Ferraro o Ferrari del Tribunale… Questo incaricato mi ha contattato venerdì pomeriggio per dirmi che al mattino c’era stata in Tribunale a Milano la commemorazione delle vittime. Ma io non c’ero. Perché nessuno mi aveva avvertito. Nessuno mi ha chiesto di partecipare. Ho visto la cerimonia al telegiornale della sera. L’unico telegiornale che ho guardato in questi giorni".

"A me non importa la vetrina delle autorità. Io non sono mai stata contattata da nessuno, tantomeno da Matteo Renzi o da altre persone dello Stato come ho letto. E non ho ricevuto alcuna telefonata dal cardinale Angelo Scola come qualcuno aveva preannunciato. Allora preferisco che mio marito sia ricordato dai suoi amici", "preferisco che in chiesa ci siano tutte le persone che lo amavano e lo rispettavano, non una parata di autorità. Per mio marito sarebbero stati più importanti i suoi amici con cui divideva la passione del volo a vela".

NESSUN COMMENTO

Comments