Si continua a combattere una vera e propria guerra in Venezuela, una guerra tra fratelli venezuelani, tra le milizie di Maduro e il popolo venezuelano che è stanco di vivere in una dittatura. Ieri scontri a Caracas hanno provocato una quarantina di feriti, questa mattina almeno cento persone sono rimaste ferite nelle nuove proteste che hanno bloccato la capitale. Si contano oltre un migliaio di feriti da quando sono cominciate le manifestazioni.

I venezuelani si fanno sentire anche nel mondo, non solo nel proprio Paese. Molto bene organizzati sono i venezuelani in Italia, a Roma in particolare.

Un folto gruppo di italo-venezuelani si è riunito oggi nel cuore della Città Eterna per protestare ad alta voce contro il dittatore Nicolas Maduro. Bandiere e colori del Venezuela hanno caratterizzato la manifestazione. “Lottiamo per una Venezuela giusta e libre”, dicono i manifestanti.