Sondaggio, M5S ancora primo partito. Ma il centrodestra unito vince

Per quanto riguarda la fiducia nei leader, confermato il sorpasso di Beppe Grillo su Matteo Renzi, una situazione invariata rispetto alla settimana scorsa

Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni. Centrodestra unito alle Politiche 2018?

Secondo l’ultimo sondaggio Index Research, realizzato per In Onda, la trasmissione de La 7 condotta da Luca Telese e David Parenzo, il Movimento 5 Stelle è ancora il primo partito d’Italia, con il Partito Democratico a tre punti di distanza e Forza Italia che cresce ma che per ora resta dietro la Lega Nord.

“Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche, lei per quale partito avrebbe più probabilmente votato?”: a questa domanda il 25,4% ha indicato il Pd, come nell’ultima rilevazione. Il 28,5% ha scelto il M5S, lo 0,1% in più rispetto a una settimana fa.

Identica variazione per Forza Italia che si attesta al 13,2%, Fratelli d’Italia stabile al 5,5%. La Lega Nord al 14,4%.

Se però andiamo a guardare le coalizioni, allora in testa c’è il centrodestra unito (FI, FDI, Lega, Direzione Italia, Rivoluzione Cristiana, Idea, Movimenti Nazionale, UDC, Popolari), al 35,1%. La coalizione di centrosinistra (Pd, MDP, SI, Possibile, Campo Progressista, Centro Democratico) al 32,1%, perde un punto rispetto a due settimana fa.

Per quanto riguarda la fiducia nei leader, confermato il sorpasso di Beppe Grillo su Matteo Renzi, una situazione invariata rispetto alla settimana scorsa. In leggerissima discesa la fiducia nei confronti del leader della Lega Nord Matteo Salvini che si posiziona al terzo posto, a pari merito con il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Silvio Berlusconi guadagna un punto, seguito da Giorgia Meloni. Pierluigi Bersani e Giuliano Pisapia continuano a perdere terreno.

Gli italiani dunque durante l’estate non cambiano di molto le proprie opinioni rispetto alla politica italiana e così si “cristallizzano” le intenzioni di voto. Ci auguriamo che dopo la bella stagione, con la ripresa a settembre-ottobre, si inizierà a capire meglio le intenzioni dei partiti, oltre a quelle degli elettori.

Comments