Sondaggio, 43% elettori di centrodestra tra Berlusconi e Fitto sceglie Silvio

Cresce di 2 punti in una settimana la fiducia in Matteo Renzi (42%) e nel governo (35%). Lo certifica l’Istituto Ixe’ di Roberto Weber per Agora’ (Raitre). Ma il Presidente della Repubblica sbaraglia la concorrenza: complice lo stile sobrio, con tanto di viaggi in treno e tram, la fiducia in Sergio Mattarella raggiunge il 71%. Dietro questo duo si collocano Matteo Salvini (25%, +1%), Maurizio Landini (19%, +1%), Beppe Grillo (13%, -1%), Angelino Alfano (12%, immutato) e Silvio Berlusconi (11%, stabile).

Un altro sondaggio, Swg, dà il Partito democratico in crescita, ma anche Forza Italia, che – grazie anche a una perdita di consensi del movimento di Grillo -, raggiunge il M5s in seconda posizione. Il sondaggio Swg lascia il movimento di Salvini (dato in flessione) alle spalle del partito di Berlusconi, staccato di ben 4 punti.

Questo il quadro complessivo delle intenzioni di voto (tra parentesi il risultato della scorsa settimana): – Pd 40,2% (39,4). – Ncd 3,9% ( 4,2). – Altri di governo 0,6% ( 0,6). AREA DI GOVERNO 44,7% (44,2). – M5s 16,1% (16,8). – Fi 16,1% (15,9). – Lega Nord 12,0% (12,3). – Fdi 2,4% ( 2,7). – Sel 3,5% ( 2,6). – Prc 1,1% ( 1,3). – Verdi 0,9% ( 0,8). – Italia Unica 1,0% ( 0,7). – Altro partito 2,2% ( 2,7).

La Lega Nord continua a crescere nei sondaggi, tuttavia solo il 27% degli intervistati di un sondaggio Ixe’ per Agora’ (Raitre) crede che Matteo Salvini sia ormai diventato il nuovo leader del centrodestra. Il 58%, infatti, pensa il contrario. L’istituto ha anche chiesto ad un campione di elettori di centrodestra se fosse dalla parte di Berlusconi o Fitto: il 43% si schiera con il leader di Fi, mentre solo il 15 con l’esponente pugliese. Ben il 30% afferma di non stare con nessuno dei due, mentre il 12 per cento non si esprime.

NESSUN COMMENTO

Comments