Siria, Migliaia ai funerali dei giovani dissidenti morti negli scontri di ieri a Damasco

Le forze di sicurezza siriane hanno aperto il fuoco sulla folla che a Damasco assisteva al funerale di quattro giovani dissidenti morti negli scontri di ieri nella capitale. Lo riferiscono gli attivisti che si oppongono al regime di Bashar al-Assad. Il bilancio provvisorio e’ di un morto. Il funerale si svolgeva nel quartiere di Mezzeh, dove erano stati uccisi due dei giovani, nella parte ovest della capitale siriana, molto vicino al centro della citta’, e migliaia di persone vi hanno partecipato. "Le forze di Assad", ha riferito Mohammad Chami, del Coordinamento dei comitati locali, "hanno sparato dopo che i martiri erano stati seppelliti". "E’ stata la piu’ grande manifestazione a piazza Omayyad", ha detto il capo dell’Osservatorio per i diritti umani, Rami Abdul Rahman. Ieri nella capitale erano stati contati 49 morti in manifestazioni che, per la prima volta dall’inizio della rivolta, si sono svolte in quartieri residenziali.

NESSUN COMMENTO

Comments