Simone Billi (Lega) a Salvini, “per gli italiani all’estero un programma specifico”

Eletto deputato nella ripartizione estera Europa, Simone Billi, residente in Svizzera: “Prossimo governo italiano? Per ora niente è definitivo”

L’On. Simone Billi, eletto in quota Lega nella ripartizione estera Europa, guardando alla formazione del prossimo governo afferma: “Per ora sono solo rumors, idee e proposte. Non c’è niente di definitivo e la situazione è molto incerta”. Tutto potrebbe davvero accadere.

Dallo scorso venerdì Billi è ufficialmente deputato della Repubblica Italiana, eletto con quasi 14mila preferenze personali, oltre 6mila raccolte nella sola Svizzera.

I punti che Billi vorrà affrontare da subito, sono chiari: via l’Imu per gli italiani nel mondo, gli unici a pagare ancora questa iniqua e odiata tassa, per giunta come se la loro prima e unica casa in Italia fosse la seconda abitazione. E poi, tra le altre cose, l’esenzione fiscale sulle pensioni per agevolare il rientro dei pensionati e per non costringere chi ne percepisce una bassa ad emigrare.

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK, SIAMO OLTRE 100MILA DA TUTTO IL MONDO

Intervistato dalla testata online tio.ch, Billi dichiara di avere già incontrato Matteo Salvini dopo le elezioni: con lui ha parlato anche di italiani nel mondo, spiega, e gli ha spiegato che per quanto riguarda gli italiani all’estero “bisognerà fare un lavoro specifico, partendo dal mio programma, ma sono disponibile a sentire anche le voci degli altri eletti per vedere di portare le istanze e le esigenze di noi italiani all’estero a Roma”.

Comments