Sicurezza, 10mila militari dell’esercito impiegati all’estero e in Italia

Sono oltre 4.300 i militari dell’Esercito impiegati nei principali teatri operativi dell’Afghanistan, del Libano, del Kosovo e oltre 5.000 quelli sul territorio nazionale che, anche il giorno di Natale e nella notte di San Silvestro, continueranno a svolgere i propri compiti istituzionali a salvaguardia della sicurezza internazionaledelle principale aree metropolitane del Paese. A loro, agli uomini e le donne della Forza Armate e ai loro familiari, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, ha rivolto "un sentito augurio di serenita’ per le imminenti festivita’ natalizie". 

Un bilancio dell’attivita’ finora svolta evidenzia che sul territorio nazionale i militari dell’Esercito, insieme alle forze dell’ordine, sono impegnati, dal 4 ottobre 2008, in 36 citta’ nell’ambito dell’operazione "Strade Sicure", per il pattugliamento delle principali aree metropolitane e la vigilanza di installazioni e obiettivi sensibili. Dall’inizio dell’operazione a oggi sono state arrestate complessivamente 13.600 persone; 8.400 sono state fermate e 9.500 denunciate a piede libero. Sono stati inoltre effettuati controlli che hanno coinvolto oltre 1 milione e 800mila persone e 917mila mezzi, sequestrati 8.000 mezzi, 600 armi e 2.100 chili di droga. L’Esercito, quest’anno, e’ poi intervenuto in piu’ occasioni nei casi di pubblica calamita’.

Tra le piu’ importanti, a febbraio, per l’emergenza causata dalle intense precipitazioni nevose che hanno colpito principalmente l’area centro nord del Paese, l’Esercito ha impiegato 2.000 militari e 500 mezzi, in concorso alla Protezione civile, per il soccorso della popolazione e il ripristino della viabilita’.

NESSUN COMMENTO

Comments