Sicilia Mondo, morto Domenico Azzia: il cordoglio di politica e istituzioni

I rappresentanti in Parlamento degli italiani all’estero esprimono cordoglio e dolore per la scomparsa di Domenico Azzia, presidente di Sicilia Mondo. "Apprendo con sincera e profonda costernazione la scomparsa di Mimmo Azzia”, scrive in una nota Francesca La Marca, Pd, deputata eletta nella ripartizione estera Nord e Centro America. “Viene a mancare – prosegue La Marca – non solo un protagonista infaticabile dell’associazionismo siciliano nel mondo, ma un amico stimolante e aperto, sempre disponibile a suggerire nuovi impegni e iniziative e ad accogliere suggerimenti capaci di far vivere l’italianità e la sicilianità ovunque possibile”. Il vuoto che lascia, dunque, è “grande, sia nel mondo associativo che nei rapporti umani, che Egli, al di là della sua irruente schiettezza, ha saputo mantenere con sensibilità e signorilità”.

“Come discendente di siciliani sono particolarmente emozionata e grata per tutto ciò che Mimmo ha fatto per tutti noi. Rivolgo le mie più sincere condoglianze alle figlie, alla grande famiglia di Sicilia Mondo, a Carmelo Sergi, che ha ereditato il compito di guidare questa grande Associazione. Il miglior modo di onorare una persona di grandi qualità come Mimmo – conclude l’onorevole residente in Canada – è fare in modo che la sua opera abbia un futuro".

Fucsia FitzGerald Nissoli, eletta come La Marca in Nord e Centro America, in una nota commenta: “Sono profondamente colpita ed addolorata per la scomparsa del Presidente Mimmo Azzia, che ha guidato con lungimiranza e saggezza la gloriosa Associazione Sicilia Mondo, riuscendo a tenere insieme, a mo’ di rete, la grande diaspora siciliana nel mondo". L’on. Nissoli, nel ricordare lo spirito di servizio dell’avv. Azzia nei confronti dei migranti siciliani e del mondo dell’emigrazione in genere, esprime le sue più sentite condoglianze ai familiari e la sua solidarietà ai soci di ‘Sicilia Mondo’, convinta che l’esempio di Mimmo vivrà nei cuori di ciascuno contribuendo ad aiutare l’Associazione lungo il suo percorso, anche dal Paradiso".

Mario Caruso, presidente di Italia Civile Popolare, eletto nella ripartizione estera Europa e membro alla Camera del gruppo Des-Cd, commenta: "Con grande dolore apprendiamo la scomparsa di Domenico Azzia. Con lui se ne va un grande uomo, un pioniere non solo della comunicazione italiana all’estero ma anche del vero e proprio senso di italianità nel mondo". "Azzia – conclude Caruso – ha sempre portato avanti il suo lavoro in maniera umile e in punta di piedi, con costanza e dedizione e attraversando tutti i periodi storici recenti. Conoscevo Domenico da anni, con lui ho organizzato le Giornate Siciliane in Svizzera e le prime Giornate Siciliane in Germania nel 1988. Alla sua famiglia vanno oggi le mie più sentite condoglianze e il mio sincero abbraccio".

"Con profondo dolore il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero ha appreso la triste notizia della morte dell’avvocato Domenico Azzia. Collega instancabile, impegnato e sensibile al fenomeno migratorio, lo ricordiamo con gratitudine e profonda riconoscenza per la grande considerazione e umanità profuse verso le diffuse storie degli italiani all’estero". Così si legge in un comunicato stampa del Segretario Generale CGIE Michele Schiavone. "Assieme, nel CGIE, abbiamo condiviso per oltre un decennio il comune impegno sociale e culturale a favore degli italiani all’estero. In questa missione Mimmo – continua Schiavone – ha ricoperto con giovialità e grande spirito di servizio straordinarie responsabilità di rilievo, che l’hanno portato a spendersi direttamente sul difficile campo della rappresentanza istituzionale. Già presidente della VI commissione Stato-Regioni-Province autonome-CGIE, componente la Commissione Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 2004 alla primavera del 2016, storico fondatore e presidente dell’associazione socio-culturale Sicilia Mondo, Consultore Regionale e componente il direttivo della Consulta della Regione Sicilia ininterrottamente dal 1992. Figura rispettata e di riferimento per le associazioni regionali e presidente onorario dell’unione delle associazioni nazionali immigrati e emigrati".

"Uno dei più validi pilastri dell’emigrazione è morto lasciando nello sconforto tutti quelli che lo conobbero ed hanno avuto modo di apprezzare il suo impegno. Uomo di grande umanità e sensibilità oltre che di vivida e pronta intelligenza, Domenico Azzia (Mimmo), da circa mezzo secolo si è occupato degli emigrati siciliani sparsi per il mondo". Lo scrive in una nota Salvatore Augello Segretario Generale dell’USEF, l’Unione Siciliana Emigrati e Famiglie appresa la notizia della morte dell’Avvocato Domenico Azzia.

NESSUN COMMENTO

Comments