Settimana Italiana di Montréal, in 500mila nella Piccola Italia

La “Settimana Italiana 2018” sarà ricordata per le tradizioni, gli usi e i costumi della Toscana, la regione che ha dato i natali a padri della lingua italiana

Ha vinto l’orgoglio italiano che, come succede da 25 anni a questa parte, ha colorato di azzurro l’estate montrealese, attirando centinaia di migliaia di appassionati (italiani da tutte le zone della Provincia, ma soprattutto italofili) nella Piccola Italia, trasformata per l’occasione in una grande piazza, in un tripudio assordante di colori, suoni e sapori tricolori.

La notizia è riportata dal “Cittadino Canadese”, giornale in lingua italiana edito in Québec.

La “Settimana Italiana 2018” sarà ricordata per le tradizioni, gli usi e i costumi della Toscana, la regione che ha dato i natali a padri della lingua italiana come Dante, Petrarca e Boccaccio, e su cui il Congresso Nazionale Italo-canadese, sezione Québec, che da 25 anni organizza la kermesse, ha deciso di puntare i riflettori.

Presentata da Mastro & San Daniele, anche quest’anno la Settimana Italiana di Montréal ha toccato diversi punti della città, celebrando la bellezza, la ricchezza e la varietà della cultura Italiana, per poi chiudere in bellezza, tra il 10 ed il 12 agosto, nella Piccola Italia, su boulevard St-Laurent, tra Jean-Talon e St-Zotique, presa letteralmente d’assalto – complice anche la temperatura estiva e la Rogers Cup di tennis allo stadio IGA del Parc Jarry – da non meno di 500 mila persone.