Sesso, teen ager sempre più trasgressivi: zero precauzioni e molti partner

Sempre piu’ trasgressivi e con il mito della ‘vita spericolata’. Tanto piu’ quando si tratta di sesso. Sono i teen-ager italiani, tra i quali i comportamenti a rischio rappresentano molto spesso una pericolosa abitudine: il 31% dei ragazzi, infatti, non usa alcuna precauzione nei rapporti, mentre aumenta il numero dei partner, con il 9% dei giovani che dichiara di averne avuti piu’ di dieci. La conseguenza e’ un aumento delle malattie sessualmente trasmissibili prorpio tra gli adolescenti, ed una quota di aborti pari a 7 casi su 1000 tra le under-20. La preoccupante istantanea del rapporto tra i giovani e il sesso arriva dagli esperti riuniti a Taormina in occasione del Congresso nazionale congiunto della Societa’ italiana di contraccezione e della federazione italiana di sessuologia scientifica.

I numeri sono eloquenti, come dimostra un recente sondaggio tra ragazzi di 14-18 anni condotto dalla Societa’ italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo): il 37% dei teen-ager ha ilprimo rapporto senza protezioni e l’eta’ della prima volta si abbassa sempre di piu’ (32% sotto i 15 anni e 50% sotto i 16). Allo stesso tempo, il numero dei partner aumenta in modo spiccato: il 42% dei teen-ager ha gia’ avuto da 2 a 5 partner, il 10% da 6 a 10 e il 9% piu’ di 10. Ed ancora: i ragazzi ‘affrettano’ i tempi e il 37% dichiara di aver avuto un rapporto sessuale gia’ la prima sera. E con l’estate si registra un rischioso ‘annullamento’ dei freni inibitori: il 64% afferma che durante le vacanze avra’ sicuramente un’avventura, ma solo il 12% usera’ la pillola o il profilattico.

Un dato che preoccupa non poco e’ poi quello relativo alle interruzioni volontarie di gravidanza: il tasso di abortivita’ nel 2010, avvertono gli esperti, e’ si’ sceso, ma in misura minore tra le under-24 e 6,9 aborti su 1000 riguardano le under-20. Tra le minorenni, e’ l’allarme degli specialisti, il tasso di abortivita’ nel 2009 e’ stato pari a 4,4 per mille, con valori piu’ elevati al centro-nord. E sempre nel 2009, in Italia 9.817 teen-ager sono diventate mamme. Comportamenti a rischio che, sottolineano i ginecologi, hanno portato anche ad un aumento delle malattie sessualmente trasmissibili: il 15% dei teen-ager interpellati ha dichiarato di aver gia’ avuto una patologia di questo tipo. Una delle malattie piu’ diffuse e’ la chlamydia, che ha raddoppiato la sua incidenza nell’ultimo decennio: da 143 casi ogni 100mila abitanti a 332, e nel 75% dei casi a essere colpiti sono i giovani tra 15 e 24 anni.

Un quadro che non e’ certamente tranquillizante: ‘Si tratta di numeri – avverte Alessandra Graziottin, direttore del Centro di ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano – che ci devono far riflettere sull’estrema urgenza di sensibilizzare questi giovani ad una sessualita’ responsabile e all’utilizzo della doppia protezione con preservativo piu’ pillola, per proteggersi sia dalle infezioni che da una eventuale gravidanza’. Invece, rileva l’esperta, ‘solo il 12% utilizza questa duplice barriera e solo il 16% si affida alla contraccezione ormonale, che rappresenta l’unica arma davvero totalmente efficace per prevenire le gravidanze indesiderate’.

NESSUN COMMENTO

Comments