Sesso, quando il Viagra non basta

Riguarda sempre più uomini il problema della disfunzione erettile, conosciuta più comunemente come impotenza. Un uomo impotente, che non riesce a fare sesso completo con la propria partner, comincia ad essere depresso, nervoso, ansioso, e piano piano si lascia andare sempre più, perché ha paura di fallire ogni volta che si presenti l’occasione sotto le lenzuola.

Inoltre, a livello psicologico questo è un aspetto che colpisce duramente l’uomo, lo colpisce nella sua virilità. Per questo motivo per tanti il problema dell’impotenza rappresenta un vero e proprio tabù, è difficile ammettere la situazione ed è difficile parlarne con qualcuno, persino con la propria compagna, dunque talvolta prima di prendere di petto la situazione si lascia passare molto tempo. E questo è il primo errore.

In ogni caso, non è detto che, una volta trovato il coraggio di provare a curarsi, tutto torni come prima.

Di solito il medico prescrive una cura a base di farmaci: il più conosciuto in questi casi è il Viagra. Ma non è detto che la cura farmacologica vada a buon fine. Infatti si ha un abbandono del trattamento in una percentuale che va dal 20 al 50 %.

E così l’uomo che soffre di impotenza torna a cercare scuse con la propria donna: dal classico “mal di testa” al “sono troppo stanco”, fino a dire “non ho più vent’anni”, anche se è ormai noto che la disfunzione erettile è diffusa anche nei giovani, soprattutto nell’era del porno in rete: uno studio ha dimostrato infatti che i giovani di oggi hanno problemi di erezione perché ormai sono a contatto con materiale pornografico troppo facilmente e troppo spesso. Internet permette anche questo.

Ma torniamo al sesso di coppia. E’ giusto sottolineare che pensare ad un rapporto sessuale solo dal punto di vista fisico è sbagliato. Il vero organo sessuale, soprattutto per l’uomo, è il cervello. Dunque, dobbiamo essere onesti con noi stessi: la nostra donna ci piace ancora? La troviamo sexy? Ci eccita sessualmente? ? Il rapporto con mia moglie o con la mia fidanzata è ormai diventato noioso?  E ancora: ho delle fantasie sessuali che mi piacerebbe realizzare? Tutti interrogativi a cui dobbiamo dare risposte sincere, per potere capire davvero quale sia il nostro problema. E di solito, la donna intelligente, davanti a richieste particolari del proprio uomo, capisce che forse è il caso di assecondarle, per ravvivare il rapporto, per essere felici insieme, per uscire dalla monotonia. Se così non fosse, beh… dovremo farcene una ragione. Infatti, non basta il Viagra a farci eccitare: lo stimolo deve darcelo in ogni caso la nostra compagna. Il farmaco può aiutare, ma non fare miracoli.

Non è finita qui. Più il tempo passa, più la coppia deve essere pronta e disposta ad accettarsi. Il tempo cambia il nostro corpo, sia esso maschile o femminile, in maniera naturale e irreversibile. Siamo pronti ad amarci ancora, dopo tanti anni? Dopo che il nostro corpo non è più lo stesso?

Certo è che all’interno di una coppia non dovrebbe esistere la vergogna. Affrontate insieme l’aspetto sessuale che vi riguarda, raccontatevi le vostre fantasie, cercate di ritrovare quell’intimità e quella complicità che forse col tempo avete perduto… E forse riuscirete, insieme, a superare anche i momenti sessuali più difficili. Il vero Viagra per un uomo è sempre la donna.

NESSUN COMMENTO

Comments