Sesso, gli adolescenti si informano sui siti porno. Ma poi sono impotenti

I giovanissimi si abituano a ciò che guardano sullo schermo del proprio cellulare e quando invece si passa alla vita reale molto spesso ci si ritrova ad avere diversi problemi…

Gli adolescenti iniziano a documentarsi sul sesso attraverso i siti porno. Proprio così.

Diversi studi portati avanti negli Stati Uniti hanno dimostrato che ragazze e ragazzi tra i 12 e i 14 anni cominciano a scoprire il sesso attraverso internet. Comprensibile, del resto, visto che sono nativi digitali e hanno lo smartphone in mano fin da quando sono nati.

Il fatto che gli adolescenti si informino circa il sesso attraverso la pornografia dovrebbe fare preoccupare medici e sociologi. Infatti, ciò che si vede in un film porno spesso non è la realtà delle cose, ma i giovani si abituano a ciò che guardano sullo schermo del proprio cellulare e quando invece si passa alla vita reale molto spesso ci si ritrova ad avere problemi come l’impotenza o l’eiaculazione precoce.

Gli adolescenti italiani in questo sono molto simili a quelli americani. Forse è anche per queste ragioni che si parla molto di sesso ma in realtà se ne fa sempre meno. Anche tra i più adulti. Secondo una recente indagine in Italia negli ultimi quindici anni la frequenza dei rapporti è diminuita in media del 10%, con l’età più critica tra i 35 e i 40 anni.