Sesso e cibo, Ecco la dieta che accende la passione – di Beatrice Boero

Cibo e amore, i segreti per un menù piccante ed afrodisiaco. Il piacere per il sesso e per i piatti di una cucina sfiziosa si possono incontrare, in un interessante e piacevole connubio. Conquistare e sedurre l’oggetto dei nostri desideri con piatti succulenti si può fare.

Gastronomia ed eros si incrociano, in un vortice di passione a cui partecipano tutti i sensi. La vista, perché una buona tavola deve essere apparecchiata in maniera originale, con gusto e fantasia. L’udito, con una musica di sottofondo di genere chill out, che dà luogo ad un’atmosfera ovattata e predispone ad una conversazione piacevole. Premesso ciò, passiamo in rassegna le principali sostanze afrodisiache.

Ne esistono di rare e introvabili, come la polvere di corno di rinoceronte, o il sangue di serpente, fino a prodotti comuni che possiamo trovare in erboristerie, supermercati, negozi macrobiotici. Miele, ostriche, zafferano, zenzero, peperoncino, cacao, cioccolato, sono i più noti al grande pubblico. Ricordiamo inoltre che, fin dai tempi più antichi, la mela era considerata il simbolo del peccato originale. La frutta in genere, viene utilizzata come alimento base per predisporre i sensi al piacere. Se è esotica, come il cocco, l’avocado, la maracuja, accresce ancora di più l’effetto sperato. Molto gettonate anche le spezie, che hanno il potere di aumentare il desiderio in un partner un po’ pigro. E’ dimostrato scientificamente, infatti, che il pepe ed il peperoncino provocano la vasodilatazione nella zona lombosacrale che comprende anche gli organi genitali.

Le qualità del peperoncino sono note. Colore, sapore, grande quantità di vitamina E contenuta, ne fanno uno dei principali stimolanti sessuali.

Come si può comporre un menù afrodisiaco? Per primo piatto si può preparare la polenta, composta da mais che stimola la sessualità. Per quanto riguarda i secondi piatti, molto afrodisiaci sono i pesci, i crostacei, perché contengono zinco e fosforo. Oppure le interiora, come fegato e animelle, che sono ricche di ferro, che esercita una potente stimolazione erotica. Fra i dolci, la cioccolata veniva adoperata al tempo degli aztechi da Montezuma, che ne beveva una tazza prima di accingersi a frequentare le donne. Anche la vaniglia possiede effetti euforici. Fra le bevande, il ginger ha potere eccitante, come anche l’origano utilizzato in infusione. Infine, non dimentichiamo la portentosa radice di Ginseng, che stimola l’afflusso di sangue nell’organo sessuale maschile, la corteccia di Yohimbine, dalle altrettante qualità, ed erbe come il Ginko Biloba che stimola l’attività sessuale. Per altri preziosi consigli, tutti gli amanti della letteratura di autore possono leggere “Afrodita” di Isabel Allende, ricco di ricette afrodisiache.

NESSUN COMMENTO

Comments