Sesso, corpo perfetto, lavoro, famiglia e gioielli: ecco i desideri delle donne

Sesso, corpo perfetto, lavoro, famiglia e gioielli. Ecco la top five dei desideri a cui la donna non rinuncerebbe mai. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dall’associazione “Donne e qualità della vita” su un campione femminile italiano di 250 intervistati di età compresa tra i 18 e 55 anni, presentata in occasione dell’8 marzo per capire come sono cambiati nel tempo i gusti e lo stile di vita del gentil sesso nel belpaese.

What women want? L’interrogativo reso celebre dall’omonimo film interpretato dall’attore Mel Gibson sembra finalmente avere una risposta. Lo studio rivela che 4 donne su 10 non rinuncerebbero a fare sesso. Poco importa se sotto le lenzuola o su una bellissima spiaggia ai Tropici.

Il ruolo della donna ha subito notevoli cambiamenti nel tempo ma il desiderio di piacere rimane immutato. Pancia piatta, seno prosperoso, lato B perfetto e un sinuoso naso alla francese sembrano essere fondamentali per il gentil sesso. Al secondo posto della ricerca, infatti, troviamo tra i desideri delle donne italiane la ricerca del corpo perfetto (21%).

Sul gradino più basso del podio troviamo il 17% del campione che, preoccupato dell’attuale crisi economica, ritiene fondamentale avere un posto di lavoro. Non sembrerebbe interessare più di tanto il salario e la mansione da svolgere.

Tra i cinque desideri delle donne non poteva mancare la famiglia. Il 14% delle intervistate italiane sogna una vita di coppia felice, meglio se con figli. Insomma il classico “due cuori e una capanna” sembra essere ben lontano dal tramontare .

I gioielli restano un desiderio irrinunciabile per le “ladies” over 40. È quanto dichiarato dal 7% del campione, che trova negli oggetti preziosi una particolare arma di seduzione. Del resto i gioielli rappresentano da sempre il migliore amico della donna, come cantava Marylin Monroe, “ Diamonds are a girls’ best friends”. 

“La società nel tempo ha subito profondi cambiamenti e la donna da sempre ricopre un ruolo fondamentale. Se pur impegnate nel lavoro alla ricerca della realizzazione professionale e al mantenimento della famiglia – dichiara il professor Alberto Capone, specialista in chirurgia plastica e primario di Chirurgia Plastica presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno – le donne non rinunciano al sentirsi belle e desiderate. Sono sempre più numerose le signore e signorine che si rivolgono al chirurgo estetico per migliorare il proprio aspetto fisico. Spesso con questi interventi – conclude Alberto Capone – l’autostima del paziente aumenta ottenendo benefici sia a livello psicologico sia in campo professionale”.

NESSUN COMMENTO

Comments