Repubblica Dominicana, ultime ore per votare. Mille plichi non sollecitati

I connazionali che ancora non avessero votato si attivino subito. Se non hanno ricevuto il plico elettorale a casa possono richiederne un duplicato al consolato di riferimento

Siamo agli sgoccioli, il tempo sta per scadere. Alle ore 16 di domani, giovedì 1 dicembre, gli italiani all’estero che non avranno espresso il proprio voto non potranno più farlo. Si chiude. I plichi elettorali che dovessero arrivare ai consolati dopo quel termine, non sarebbero ritenuti validi.

I connazionali che ancora non avessero votato, dunque, si attivino subito. Se non hanno ricevuto il plico elettorale a casa possono richiederne un duplicato al consolato di riferimento, attraverso un contatto per email o telefono.

Nella Repubblica Dominicana, in particolare, secondo quanto risulta a Italiachiamaitalia.it, oltre mille plichi elettorali attendono di essere sollecitati dai legittimi destinatari. Ovvero, ci sono oltre mille connazionali iscritti Aire, residenti dunque nell’isola Hispaniola, che non hanno ricevuto il plico né l’hanno sollecitato. Oltre mille italiani a cui evidentemente non interessa votare, partecipare alla vita pubblica del Paese, lasciando così ad altri il proprio destino. Oppure chissà, nemmeno sanno che ci sono le elezioni referendarie. Anche questo è possibile.

Giovedì, dopo le 16, i plichi elettorali voleranno a Panama e lì saranno consegnati all’Ambasciata d’Italia, per poi prendere un aereo diretto in Olanda e poi a Roma. Faranno un po’ il giro del mondo e anche da quei voti dipende il destino del nostro Paese.

Se ancora non hai ricevuto la busta per votare, attivati subito. Il tuo voto è importante, non rinunciarci.