Santo Domingo, sesso ‘low cost’ per americani e europei

La Repubblica Dominicana è forse la più bella isola dei Caraibi. Sole, mare, spiagge fantastiche, estate tutto l’anno. Costo della vita accessibile a tutti (o quasi), divertimento, relax, vita notturna – nella capitale – senza fine e senza orari. Si sta davvero bene a Santo Domingo, se si riesce a trovare la propria dimensione umana, se si è capaci di non farsi travolgere dal vizio del gioco – c’è un casinò ad ogni angolo della strada – e se ci si può permettere una assicurazione medica privata (costo: intorno ai 600 dollari l’anno), visto che della sanità pubblica dominicana, come a volte succede anche per quella italiana, purtroppo, non ci si può fidare.

Santo Domingo vuol dire tante cose. Fra queste, anche sesso ‘low cost’, in particolare per americani ed europei, che arrivando nel Paese con dollari o euro in tasca, possono permettersi di avere la compagnia di belle e giovani donne senza dover sborsare una fortuna.

Lo sappiamo, parlare di certe cose forse disturba un po’ il lettore, almeno quello più sensibile. Come si può parlare di sesso a basso costo? Le donne sono forse della merce? Certamente no. Tuttavia, il mercato della prostituzione non ha confine e il mestiere più antico nel mondo nella Repubblica Dominicana va alla grande.

Parliamone pure, allora, senza tabù. A Santo Domingo è possibile “comprare” prestazioni sessuali anche per pochi euro: una decina, in molti casi. Già, 500 pesos (neppure 10 euro) e il gioco è fatto. Sono molti i turisti che ne approfittano. Sono tanti gli stranieri che decidono di trasferirsi a Santo Domingo anche per questo motivo: sono persone il più delle volte di una certa età, che nel proprio Paese probabilmente non potrebbero avvicinare una ragazza di vent’anni, senza correre il rischio di essere presi a schiaffi in faccia o di essere insultati.

E così le notti dominicane si popolano di ragazze pronte a tutto. Anche in spiaggia, mentre si prende il sole, può capitare che  si avvicini una giovanissima chica per cercare di offrire al turista le proprie prestazioni sessuali. Fa parte del gioco, a Santo Domingo: è qualcosa che, una volta entrati nell’atmosfera caraibica, viene considerato normale. Occhio, però: le minorenni sono inavvicinabili, statene alla larga o rischiate grosso. E poi ricordate che non tutte le ragazze pensano solo a guadagnare attraverso il sesso: possono capitarvi delle vere e proprie ladre, delinquenti, che per i soldi farebbero qualsiasi cosa. Sempre occhi aperti, dunque, e antenne alzate.

La Repubblica Dominicana è certamente uno dei paradisi sessuali più conosciuti al mondo. Con questo breve articolo, abbiamo cercato di spiegarvi il perché.

NESSUN COMMENTO

Comments