Santo Domingo, lo schiaffo di Tavano (MAIE) a Maraglino (M5S): “Tu qui non prendi in giro più nessuno”

“Dov’erano tutti gli altri parlamentari dei partiti romani e soprattutto dov’erano i parlamentari del M5S? Cosa hanno fatto a Roma per noi? Qui c’è stato solo il presidente Merlo, qui il MAIE ha fatto moltissimo”

Armando Tavano, coordinatore del MAIE a Santo Domingo, nel suo blog prende di mira Cosimo Maraglino, esponente del Movimento 5 Stelle, residente anche lui nella Repubblica Dominicana. Tavano è senza filtro e con intelligenza descrive un Maraglino come “un guaglione veramente intelligente”, “che pretende risposte” che però Google sarebbe in grado di dargli in due secondi netti. Forse Cosimo però ha poco tempo per delle ricerche su internet; ne ha moltissimo, questo sì, per cazzeggiare su Facebook.

Tavano insiste. Nel suo articolo, dal titolo “Cosimo Maraglino si è divertito per due giorni a spese del MAIE e dei suoi coordinatori”, si legge, tra l’altro: “Non c’era risposta che lo potesse soddisfare, perché il suo obiettivo era proprio quello: non venire soddisfatto, creare polemica, attirando l’interesse dei navigatori che passavano di lì”.

Maraglino “a un certo punto si è chiesto dove fosse Merlo, presidente MAIE, quando all’ambasciata si svolgeva quel triste capitolo del traffico dei visti”. E poi: “Dov’era Merlo a quei tempi? Ecco bravo guaglione, vedi che te ne intendi!  Dov’era e cosa ha fatto? Sì, ma visto che ora sappiamo che con le tue domande intelligenti ci stavi prendendo per i fondelli perché tu aspiri a diventare candidato del M5S per le elezioni dell’anno prossimo, ora le domande te le facciamo noi. Dov’erano tutti gli altri parlamentari dei partiti romani e soprattutto dov’erano i parlamentari del M5S? Cosa hanno fatto a Roma per noi? Ecco, se poi una volta che raccogli diligentemente i tuoi dati da bravo guaglione che sei nonché aspirante a prossimo Di Maio, fai le dovute proporzioni, vedrai che nessuno è stato qui più presente di Merlo e del MAIE, che in confronto con quello che ha fatto qui il M5S, il MAIE ha fatto tantissimo e allora sai cosa farai? Te lo suggerisco io spassionatamente, ti batterai il petto e dirai che tu quando sarai deputato a Roma, semmai questo dovesse avvenire e te lo auguro, farai in modo che queste cose cambino. Bravo, comunque una cosa è chiara: tu non prendi più per i fondelli nessuno da queste parti”.