Santo Domingo, la truffatrice era ospite nella villa del console onorario: bufera nella RD

Bruna Giri è la broker 64enne estradata sabato scorso in Italia da Santo Domingo, quattro anni dopo la richiesta di arresto della procura per una truffa da 35 milioni di euro a danno di 470 facoltosi romani in cerca di investimenti ad alto rendimento. Ma la vera notizia, per la comunità italiana residente nella RD, è che la signora fosse ospite nella villa di un console onorario italiano a La Romana.

In una informativa dell’Interpol del 5 marzo si legge: “Bruna Giri risiede nella villa del vice console onorario Enrico Citati di Casa De Campo, a La Romana”. Casa De Campo è un lussuosissimo resort, dove hanno la propria villa personaggi famosissimi, artisti, politici, miliardari di ogni genere. Che ci faceva la signora Giri nella villa di Citati?

Sarà forse per questo che l’altra settimana l’ambasciatore d’Italia a Panama, Giancarlo Curcio, che dal 1 gennaio si occupa anche della RD, dopo la chiusura dell’ambasciata italiana a Santo Domingo, ha deciso di sollevare Citati dall’incarico di vice console onorario. Vedremo ora chi prenderà il suo posto…

A Casa De Campo risiede da anni anche Guicciardi, già ambasciatore a Santo Domingo, che una volta in pensione ha deciso di restare nell’isola a ha scelto proprio il quartiere super lusso di Casa De Campo per fissare la propria residenza. Possibile che Guicciardi, che comunque ormai è un comune cittadino, non ne sapesse niente?

Tanti i punti interrogativi sollevati da questa vicenda. Per sciogliere i nodi, esponenti della comunità italiana della RD stanno preparando un esposto dettagliato da inviare a Roma, a chi di dovere. Si pensa anche a una interrogazione parlamentare, perché in Italia certe cose si devono sapere e attraverso il Parlamento il governo deve venire a conoscenza di quanto accaduto e possibilmente prendere provvedimenti.

Ci auguriamo che al posto di Citati venga nominato vice console onorario una persona onesta, trasparente, seria, davvero a contatto con i connazionali e al servizio della comunità italiana residente, non il solito amico degli amici che poi penserà soltanto ad arricchire le proprie tasche e quelle dei propri compagni di merenda. Noi staremo con le antenne alzate, pronti a dire la nostra. (RF)

NESSUN COMMENTO

Comments