Sannazzaro, presa con 9 chili di cocaina

SANNAZZARO. In un doppiofondo della valigia aveva nascosto 8,950 chili di cocaina. Atterrata all’aereoporto di Malpensa, in arrivo da Santo Domingo, Fausta Ramirez, 61 anni, centralinista, dominicana, ma residente a Sannazzaro, è stata fermata dagli uomini della Guardia di Finanza e dal personale dell’Agenzia delle Dogane che le hanno controllato il bagaglio e l’hanno arrestata. La cittadina dominicana, scesa dall’aereo, subito dopo aver recuperato la valigia è incappata in una delle verifiche di rito all’aereoporto di Malpensa, individuata tra le centinaia di viaggiatori che si stavano preparando per uscire dalla sala degli arrivi internazionali.

Quando si è avvicinata al controllo, la donna ha detto al personale dello scalo di non avere nulla da dichiarare, ma i finanzieri e il personale della Dogana hanno voluto vedere meglio il contenuto del bagaglio. Aperta la valigia, le Fiamme Gialle hanno scoperto un doppiofondo molto ben studiato e sofisticato, al cui interno era spalmata pasta di cocaina che poi, con un procedimento chimico, sarebbe stata staccata, ridotta in polvere e tagliata per essere venduta.

Davvero considerevole il quantitativo della droga sequestrata che, secondo una prima stima della Guardia di Finanza, avrebbe potuto fruttare circa 1 milione di euro al giro di spaccio di sostanze stupefacenti, una volta suddivisa in dosi e venduta ai consumatori. Secondo gli inquirenti, buona parte della sostanza stupefacente era probabilmente destinata a rifornire il mercato pavese della cocaina. La cittadina dominicana, dopo il controllo, è stata accompagnata alla casa circondariale di Monza, a disposizione dell’autorità giudiziaria per chiarire la sua posizione.

NESSUN COMMENTO

Comments