Salvini in Toscana, ‘se si vota domani la Lega corre da sola’ (VIDEO)

Matteo Salvini in tour elettorale in Toscana in vista delle Regionali. A Barberino di Mugello, in provincia di Firenze, il leader della Lega Nord parlando del presidente del Consiglio e leader Pd dice: “Renzi si e’ gonfiato tanto in fretta: ma quando ti gonfi tanto in fretta e non mantieni quello che prometti, poi ti sgonfi altrettanto in fretta. Noi vogliamo prendere un voto in piu’ di Renzi, c’e’ uno spazio enorme. Ci stiamo preparando al dopo Renzi".

"Per quanto riguarda la riforma della Rai, e’ chiaro che e’ un carrozzone che va snellito di tanto. Ma che non diventi l’Istituto Luce al servizio di Renzi", commenta. E a proposito di alleanze, torna a ribadire: "Se si votasse domani mattina la Lega andrebbe da sola perche’ abbiamo una diversita’ di vedute sui temi dell’Europa, dell’euro, sulle riforme di Renzi. In Forza Italia c’e’ un dibattito, chi vivra’ vedrà".

Detto questo, “sicuramente le porte sono chiuse per chi e’ al Governo con Renzi, penso ad Alfano e alla sua immigrazione clandestina. Forza Italia vedremo cosa vorra’ fare in futuro". "Bisognerebbe fare una battaglia contro il terzo regime del millennio che sta a Bruxelles. I veri squadristi che stanno ammazzando l’economia italiana, toscana, l’agricoltura, l’artigianato, l’impresa stanno a Bruxelles, sono gli amici della Merkel e delle banche. Quindi chi ci aiuta a smontare questa Unione Europea e ricostruirla daccapo con un altra moneta e fondata sul lavoro e’ nostro alleato”.

A proposito della battaglia interna alla Lega per le Regionali in Veneto: “Chiunque metta in difficolta’ Luca Zaia fa un favore alla sinistra e fa un dispiacere ai veneti e quindi si accomoda fuori". E ancora a proposito della polemica tra il governatore del Veneto e il sindaco di Verona, "Zaia è uno dei governatori piu’ apprezzati d’Italia, il Veneto e’ una delle regioni piu’ efficienti d’Europa. Quindi Zaia non si discute, avra’ totale e pieno mandato per riproporsi per altri cinque anni. Tosi e’ un ottimo sindaco, e’ il segretario della Lega in Veneto, se sostiene Zaia e’ il benvenuto". Dualismo con Tosi? "Io il dualismo – risponde – ce l’ho con Renzi, il resto mi interessa poco". Ma lunedì il sindaco di Verona rischia di essere estromesso dalla Lega? "Ah non lo so, oggi siamo a giovedi’. Io arrivo al massimo fino al venerdi’ e se mi sforzo fino al sabato. Al lunedi’ non ci arrivo…".

SALVINI CONTESTATO ‘Qui non siamo razzisti, quindi lasciamo parlate anche te’, ‘Resti qui che ti integriamo?’, e ancora ‘Non c’e’ pace con Salvini’. Sono solo alcuni degli striscioni che una trentina di manifestanti, fra cui giovani democratici, giovani comunisti e alcuni esponenti di Rifondazione Comunista, hanno mostrato all’arrivo del segretario della Lega Matteo Salvini in una piazza di Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, una delle tappe del tour per la campagna elettorale della Lega in Toscana. All’arrivo di Salvini nei pressi del gazebo della Lega, vicino a dove si sono radunati i manifestanti, dal gruppo si sono levati cori, slogan e ‘Bella ciao’.

NESSUN COMMENTO

Comments