Salvini in Calabria, “la ‘ndrangheta fa schifo e rappresenta il passato” [VIDEO]

"A San Luca la mia non e' una toccata e fuga. Ci torno e ci tornero' perche' il mio obiettivo e' quello di permettere che qui ci siano elezioni comunali normali”

“La ‘ndrangheta e’ una schifezza e rappresenta il passato. San Luca e la Calabria possiedono tante energie positive e su queste bisogna puntare per dare un futuro a questa terra bellissima e ricca di cultura ed arte”. Lo ha detto il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, durante la sua visita a San Luca.

“A San Luca la mia non e’ una toccata e fuga. Ci torno e ci tornero’ perche’ il mio obiettivo e’ quello di permettere che qui ci siano elezioni comunali normali”, ha proseguito Salvini. “Dopo anni di mancate elezioni – ha aggiunto – e’ arrivato il momento che a San Luca ci siano consultazioni regolari e che la gente possa scegliere i propri rappresentanti. Verro’ personalmente a seguire la campagna elettorale e partecipero’ alle elezioni comunali di San Luca. E questo vuole essere un segno. C’e’ un commissario prefettizio che ha fatto tanto, ma i cittadini meritano di avere quello che hanno tutti gli altri italiani”.

“Sono qui a Ferragosto in Calabria, invece che in spiaggia, per ricordare che lo Stato c’e’ ed e’ meglio della ‘ndrangheta. Ieri ero in Sicilia in un’azienda sequestrata alla mafia e restituita ai lavoratori. Oggi sono in Calabria per testimoniare la consegna di un bene confiscato alla ‘ndrangheta e tornato alla collettivita’. Ogni giorno che passa rimarchiamo che la mafia non ha diritto di esistere”.

“La settimana scorsa in Consiglio dei Ministri abbiamo approvato un provvedimento che triplica il personale dell’Agenzia dei beni confiscati. Sono 15.000 beni e sono ville e sono aziende, terreni, macchine, negozi e conti correnti da restituire agli italiani. Quindi lo faremo sempre di piu’ e sempre piu’ in fretta”.

Salvini ha partecipato alla consegna al Comune di San Luca di una villa confiscata alla cosca di ‘ndrangheta dei Pelle. “Nel pomeriggio saro’ a Genova assieme ad altri colleghi ministri per contribuire a riportare la normalita’ appena possibile”.

Proprio sul crollo del ponte a Genova: “L’assurdo e’ che nelle casse dei Comuni ci sono un sacco di soldi che non possono essere spesi per vincoli esterni”. “E’ da ieri che ho segnalazioni su internet di ponti, viadotti, fiumi, canali, montagne, argini a rischio o segnalati come a rischio. Quindi, faremo un’enorme radiografia dell’Italia che soffre. Ci sarà una lista, anche qui in Calabria”. “Non occorre solo fare la radiografia, ma serve spendere dei soldi”.