Ruby, Natasha Teatino: Berlusconi pagava per fare sesso

Continua la sfilata di testimoni al processo Ruby, che vede coinvolto fra gli altri l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Diverse le "olgettine" chiamate a testimoniare. Una di queste, Natasha Teatino, ha dichiarato in Tribunale che il Cavaliere, durante i famosi festini ad Arcore, avrebbe avuto rapporti sessuali "a pagamento, con più ragazze".

Natasha ha detto di essere stata a Villa San Martino il 6 gennaio 2011 e di non essere mai piu’ tornata nella residenza dell’ex premier. Ha inoltre spiegato ai giudici di sentirsi "a disagio" quella sera, per il clima ambiguo e per il comportamento troppo disinvolto degli altri ospiti. A disagio, quindi, eppure "dispiaciuta", visto che "le altre ragazze avevano ricevuto una busta e io no". Busta che, presumibilmente, conteneva del denaro.

E’ sempre Natasha Teatino che, rispondendo alle domande del pm Antonio Sangermano, ha detto che Aris Espinoza – un’altra delle giovani che partecipava ai festini di Arcore – "aveva avuto rapporti sessuali a pagamento con Berlusconi" e che l’ex premier aveva fatto sesso a pagamento "con piu’ ragazze".

Era stata proprio Aris a portare Natasha quella sera nella villa del Cavaliere, la stessa ragazza che ha raccontato a Natasha di pagare "l’affitto di casa non con i suoi soldi, ma con quelli di Silvio Berlusconi". Il processo Ruby, sputtanemento compreso, continua.

NESSUN COMMENTO

Comments