Ruby, ecco tutti i travestimenti delle ‘papi girls’

L’ultimo in ordine di tempo e’ stato Ronaldinho. Prima c’erano state la suora, la poliziotta, l’infermiera. Sempre in salsa piccante, s’intende. E’ variegata la lista di travestimenti uscita dai racconti di alcune delle ragazze protagoniste delle feste con l’ex premier, Silvio Berlusconi, a base di bunga bunga. Le loro testimonianze dovranno essere esaminate dai magistrati, ma nel frattempo hanno riempito per mesi le pagine dei giornali e in questi giorni tornano in primo piano, rimbalzando dal palazzo di giustizia di Milano dove e’ in corso il processo Ruby.

BUNGA BUNGA E ABITI PER TRAVESTIRSI – Le Olgettine hanno descritto con dovizia di particolari la sala del bunga bunga nella villa di Arcore, con al centro il palo della lap dance.
Descrizioni entrate anche negli atti dell’inchiesta, in cui si citano gli spazi ‘dove erano allocati degli abiti per dei travestimenti, ovvero divise da poliziotta o infermiera’.

LA MINETTI SI VESTI’ DA SUORA – La Minetti in una occasione si vesti’ con ‘un abito da suora o da crocerossina’. A descrivere cosi’ Nicole Minetti, consigliere regionale in Lombardia, indagata nel caso Ruby, e’ la modella marocchina Imane Fadil, che nel procedimento depone come teste ed e’ stata ammessa come parte civile. Lo scorso 9 agosto la ragazza si presento’ in Procura per rendere dichiarazioni sulle serate ad Arcore dell’ex premier, imputato per concussione e prostituzione minorile. E proprio in quell’occasione racconto’ della Minetti vestita ‘da suora o da crocerossina’. Una versione per altro smentita seccamente dall’interessata: ‘Mai partecipato a balletti di questo tipo ne’ mi sono mai travestita in alcun modo ne’ da suora ne’ da crocerossina..’, ha dichiarato.

BARBARA GUERRA VESTITA DA POLIZIOTTA – Tra le foto agli atti del processo, ce n’e’ anche una che ritrae Barbara Guerra vestita da poliziotto. La Guerra e’ una delle ragazze ospite delle feste dell’ex premier, ora anche lei, insieme ad altre quattro, parte civile. La storia dei travestimenti da poliziotta oltre che dai resoconti delle ragazze, emerge anche dalla testimonianza resa da Giorgio Bertoli, funzionario di polizia giudiziaria, che il 12 dicembre scorso, basandosi sull’esito delle intercettazioni e delle testimonianze, dichiaro’: ‘E’ emerso che nel corso degli eventi ad Arcore ci fossero delle effusioni tra donne’ e dei ‘travestimenti’ da parte delle ragazze da ‘babbi natale e da poliziotte’. Il racconto delle ragazze vestite in divisa suscito’ anche la reazione dei sindacati di polizia.

SISTER ACT E RONALDINHO – In una delle serate ad Arcore, Iris Barardi, giovane modella brasiliana, ‘si mise la maglia del Milan e indosso’ una maschera con la faccia di Ronaldinho. Poi si tolse i vestiti e rimase in perizoma’. Ad affermarlo in aula pochi giorni fa in aula e’ stata sempre Imane Fadil. La ragazza ha raccontato anche della sua prima volta ad Arcore, quando a suo dire la Minetti e Barbara Faggioli, fecero ‘una performance tipo sister act per poi spogliarsi’, ‘una sorta di balletto sexy’, ‘dimenandosi usando la lap-dance nella sala del bunga bunga’, con addosso ‘una tunica nera, un copricapo bianco e una croce’.

NESSUN COMMENTO

Comments