Romeno uccide la moglie e poi si suicida, è successo nel bresciano

E’ la tragica fine di una coppia di coniugi di origini romene, lui 55 anni (da tempo soffriva di crisi depressive) e lei 50. Il figlio della coppia, che da giorni non aveva più notizie dei propri genitori, ha allertato i Carabinieri

Prima l’ha colpita alla testa con una bottiglia e poi le ha inferto cinque coltellate al cuore, uccidendola con un grosso coltello da cucina. Fatto questo, si è tolto la vita ingerendo anche dei farmaci dopo essersi ferito con lo stesso coltello.

E’ la tragica fine di una coppia di coniugi di origini romene, lui 55 anni (da tempo soffriva di crisi depressive) e lei 50. Tutto è accaduto nel bresciano, nel comune di Ome, a metà pomeriggio.

La Procura, che ha aperto un fascicolo, esclude il coinvolgimento di terze persone.

Il figlio della coppia, che da giorni non aveva più notizie dei propri genitori, ha allertato i Carabinieri che, fatta irruzione nell’appartamento di piazza Aldo Moro, hanno scoperto i corpi di marito e moglie riversi per terra e privi di vita. L’omicidio-suicidio sarebbe successo nella notte tra sabato e domenica.

La donna lavorava come badante, il compagno invece aveva lavorato come operaio in una acciaieria, ma da mesi era disoccupato.