Roma, Storace (La Destra): nel Pd nervosismo alle stelle

“Il nervosismo del partito democratico di Roma e’ alle stelle. Sono consapevoli di aspirare al massimo a 4/5 cinque seggi oltre a quello di Giachetti, perche’ si piazzeranno terzi". Lo scrive Francesco Storace. "Il derby piu’ probabile e’ tra la Raggi e Alfio Marchini, alla testa di uno schieramento improntato alla battaglia civica e che comprende Area popolare, Forza Italia e la Lista Storace che sara’ guidata da me. Nel Pd si e’ aperta una complessa partita da osservare: gli esponenti del partito di Renzi danno gia’ per finita la corsa di Giachetti che non e’ riuscito a scaldare la citta’ e a dare un’idea di futuro. Pur essendo una brava persona, paga l’essere del partito che ha fatto troppi danni a Roma”.

“Secondo fronte interno al Pd: farla pagare a Matteo Orfini. A lui la struttura imputa la pessima gestione dell’uscita di Marino dal Comune di Roma, prima dipinto come baluardo antimafia e poi scaracollato in malo modo dal palazzo Senatorio. Mafia capitale – prosegue Storace su Il Giornale d’Italia – ha mostrato una rete di compromissioni che ha coinvolto per larghissima parte la sinistra che pretendeva di dettare lezioni di moralita’. A tutto questo si aggiunga la spocchia di Renzi, che proprio sul voto per la Capitale si gioca larga parte della sua leadership”.

“Se Giachetti non riesce ad arrivare nemmeno al ballottaggio, per palazzo Chigi saranno dolori. E anche per il silenziosissimo Nicola Zingaretti, altro uomo dell’apparato sempre piu’ inviso ai suoi per la mania di lasciarsi scivolare addosso i problemi. Fanno sorridere i comunicati contro le alleanze che Alfio Marchini ha avuto la capacita’ di mettere in campo a Roma. Gli rimproverano la nostra presenza, quella della Mussolini e di qualunque persona di destra che sia a sostegno del candidato civico. Lo fanno perche’ hanno capito che questa e’ la coalizione che li terra’ fuori dal ballottaggio e che vincera’ la sfida per il Campidoglio. Non riescono a capacitarsene. Non prendetevela con lui; specchiatevi e troverete le responsabilita’".