Roma, Santori (Regione Lazio): le scelte di Marino portano i romani alla rovina

 “Sotto la luce del sole estivo l’era Marino si sta rivelando in tutta la sua incapacità e decadenza. Ogni giorno ci svegliamo con un bollettino catastrofico per la città di Roma, ma a quanto pare non c’è mai fine al peggio. Nel pieno dell’estate, quando ancora in molti sono in vacanza e non hanno la possibilità di protestare, si dà avvio alla delibera dell’Assemblea Capitolina che prevede aumenti della tariffa orario e la sospensione di quella agevolata giornaliera e mensile penalizzando moltissimi lavoratori” Lo dichiarano in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale, e il comitato Difendiamo Roma.

“Sarà un brutto rientro non solo per quei lavoratori che si troveranno a conti fatti a pagare salato il proprio dovere, ma anche per i residenti nei quartieri storici e per quei cittadini che vivono in periferia per risparmiare e vedranno sempre più le zone centrali come una chimera. Questa politica scellerata che, senza un ritorno in termini di miglioramento dei servizi, tartassa i romani per riempire i buchi rossi del Comune, disattende a pieno tutte le vane promesse di ripresa fatte solo un anno fa dal Sindaco Marino, dall’Assessore Impronta e dalla sua squadra” prosegue Santori.

“Riprovevole il tentativo di far passare l’aumento del costo delle strisce blu come un provvedimento per disincentivare l’utilizzo del mezzo privato, dal momento che il trasporto pubblico locale ha subito solo tagli di linee collegate con le periferie, gli autobus continuano ad essere fatiscenti e a non rispettare le tabella orarie. I romani hanno sempre dato prova di essere disposti al sacrificio per il bene della città, ma gli amministratori non possono continuare ad approfittarsi di questo senso della responsabilità offrendo in cambio solo degrado e servizi insufficienti“ conclude Santori.