Roma, l’agenda Raggi per progetto ‘rifiuti zero’ entro il 2016

La sindaco di Roma Virginia Raggi ha concluso il suo intervento in Aula Giulio Cesare nel corso dell’assemblea straordinaria sulla questione rifiuti, una sorta di agenda per punti per uscire dall’emergenza. L’obiettivo finale è arrivare a presentare "entro dicembre 2016 un progetto impiantistico, funzionale al programma del m5s verso i rifiuti zero". Il primo punto è il "mantenimento strutturale del servizio messo in campo negli ultimi 20 giorni". Poi c’è la "ripresa immediata del servizio ritiro ingombranti", seguita dalla "ripresa immediata della raccolta carta -cartone stradale". Altro punto è "l’attivazione del servizio raccolta da utenze commerciali di carta cartone, organico,plastica. C’è poi "l’apertura delle isole ecologiche in orari confacenti ai cittadini" e "l’incremento delle risorse necessarie ad innalzare il suddetto livello di servizio".

La Raggi propone poi una "immediata verifica dei contratti di conferimento presso impianti di terzi, e verifica delle capacità incrementali di ricezione degli stessi". Tra i punti esposti dal sindaco c’è poi "l’ampliamento della platea dei siti finali per il recupero e lo smaltimento assicurando e garantendo più capacità di conferimento, in grado di prevenire ogni possibile inibizione dei conferimenti Ama causa guasto o altra natura".

"Stante i contratti in essere – ha poi aggiunto la Raggi – si chiede priorità di conferimento rispetto a terzi che già conferiscono verso impianti Acea già esistenti (S. Vittore e Aprilia -Orvieto – Terni) incardinati sull’inderogabile principio comunitario di prossimità e validazione operativa del 51% di proprietà comunale". La Raggi ha continuato proponendo una "immediata redazione dei necessari accordi regionali dove necessari" e un "presidio permanente di personale Anac preposto alla vigilanza e validazione degli atti necessari".

"Quanto detto – ha spiegato la Raggi – consentirà di poter fare a breve una manutenzione straordinaria degli impianti Tmb, arrivati al collasso. Entro Dicembre 2016 presenteremo un progetto impiantistico, funzionale al programma del m5s verso il rifiuti zero al quale seguirà contestualmente la presentazione delle istanze autorizzative che dovranno rispettare il periodo di rilascio previsto dalle norme".

NESSUN COMMENTO

Comments