Roma, in auto con 300 grammi di ‘fumo’: 3 in manette e 1 denunciato

Viaggiavano in auto con 300 grammi di hashish e con un taccuino in cui era segnata la lista dei clienti, ed era descritta nei minimi particolari l’attivita’ di spaccio che, concentrata in zona Torrevecchia, con scambi da 100, 200, fino a 700 euro, fruttava ai tre pusher oltre 20 mila euro al mese. Per questo tre pusher sono stati arrestati e un quarto, minorenne, e’ stato denunciato.

L’auto con a bordo, T.D. 20enne e C.G. 19enne, gia’ noti alle forze di Polizia per precedenti per spaccio di stupefacenti, e E.G.A, romano di 19 anni, e un ragazzo minorenne, e’ stata fermata, nel tardo pomeriggio di ieri, dagli agenti del Commissariato Primavalle, diretti da Domenico Condello, che in servizio in abiti civili per le vie del quartiere, hanno deciso di controllarla perche’ l’auto sembrava loro sospetta.

All’alt della Polizia, l’autista ha velocemente passato un involucro a un ragazzo seduto sul sedile posteriore. La mossa non e’ pero’ sfuggita agli agenti che hanno perquisito la macchina trovando all’interno, nascosti sotto il sedile posteriore, 3 ‘panetti’ di hashish del peso di 100 grammi ciascuno. Uno dei passeggeri, inoltre, aveva indosso anche alcune dosi di cocaina. Appoggiato sul cruscotto, i poliziotti hanno poi trovato un quaderno con la descrizione degli affari che l’illecita attivita’ aveva prodotto nel tempo. I tre maggiorenni, accompagnati in Commissariato, sono sono stati arrestati per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il minore e’ stato denunciato.

NESSUN COMMENTO

Comments