Roma, “ecco perché Virginia Raggi andrà avanti”: parla Marino

“Conviene a tutti, anche a Renzi. Facile capirlo. Invece la mia giunta non ebbe vita facile, perché voleva il cambiamento”

Ignazio Marino, 62 anni, medico chirurgo, sindaco di Roma con il centrosinistra dal giugno 2013 all’ottobre 2015. Intervistato dal Corriere della Sera sulla situazione che vive la capitale d’Italia e sul futuro politico della sindaca M5S, Marino dichiara: “La mia giunta non ebbe vita facile perché perseguiva un reale cambiamento. Virginia Raggi rimarrà per tre motivi”. Quali? Eccoli.

“Beppe Grillo, in vista del voto nazionale, ritiene che sia preferibile sostenerla, nonostante l’inidoneità. Matteo Renzi spera, invano, che l’inidoneità di Virginia Raggi possa far dimenticare agli elettori di Roma che il Pd ha, con una manovra di Palazzo, anzi un atto dal notaio, eliminato una giunta che stava cambiando Roma. E la destra spera che l’inidoneità di Virginia Raggi porterà gli elettori a votare per la destra”.

Comments