Roma, è ai domiciliari ma spaccia da casa: in manette

Nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere popolare di San Basilio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato un cittadino romano di 34 anni, sorpreso a spacciare mentre si trovava agli arresti domiciliari.

Ad insospettire i Carabinieri e’ stato l’insolito via vai di persone che entravano ed uscivano senza sosta dall’appartamento dell’uomo che si trovava ristretto al regime degli arresti domiciliari, a seguito di una condanna della Corte di Appello di Roma a 4 anni e 10 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti.

Venerdì pomeriggio e’ scattato il blitz dei militari che hanno perquisito l’abitazione, in via Gigliotti, scoprendo che deteneva quasi 2,5 kg di marijuana, nascosti nel ripostiglio. Lo stupefacente in parte era gia’ suddiviso in un centinaio di dosi pronte per la vendita, il resto confezionato in sette buste sottovuoto, con tanto di peso e nome della varieta’ di stupefacente ("Underdog").

Nel corso della perquisizione inoltre i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato anche il materiale per il confezionamento, nonche’ la somma di 9250 euro, probabile provento dell’attivita’ illecita. Dopo l’arresto il pusher e’ stato associato al carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria.

NESSUN COMMENTO

Comments