Roma contro l’usura – di Beatrice Boero

“Contro l’usura”, contrasto e prevenzione, firmato protocollo. Ieri, 27 settembre, il Sindaco Gianni Alemanno, insieme a Tano Grasso e a Maria Teresa Morano, rispettivamente presidente onorario e presidente della Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane (Fai), ha firmato un protocollo d’intesa per il contrasto e la prevenzione dei fenomeni del racket e dell’usura. L’incontro è avvenuto nell’Aula Magna del Palazzo di Cultura Ebraica, alla presenza di Riccardo Pacifici, presidente della Comunità Ebraica. E’ seguito il rendez vous dal titolo: “Contro l’usura”, al quale ha partecipato, fra gli altri, il sottosegretario all’Interno Mantovano, il prefetto commissario antiracket e antiusura del Ministero dell’Interno Trevisone e il prefetto di Roma Pecoraro.

Fra i punti salienti del Protocollo d’intesa, la promozione di iniziative di contrasto al racket dell’estorsione e dell’usura, la progettazione di campagne informative di prevenzione e diffusione della cultura della legalità, il monitoraggio del fenomeno di usura, la promozione di formazione e studio relativi al fenomeno, la collaborazione di enti pubblici e privati.

Secondo recenti dati stilati da Sos Impresa Confesercenti gli usurati nel Lazio sarebbero oltre 23.000. Una cifra consistente, che fa muovere un cospicuo giro di affari. Ma la popolazione ha cominciato a ribellarsi al ricatto dell’usura (si chiedono tassi che oscillano dal 20 al 30%) e del racket. Da circa tre anni è aumentato il numero delle denunce e delle telefonate giunte al numero verde anti usura predisposto anni fa con un’altra apposita campagna. Furono oltre 3.000 le chiamate, più che raddoppiate rispetto alle 1.400 che arrivarono nel 2000 ad un altro call center. Inoltre, l’82% delle persone che chiamavano lasciava nome e cognome. Nel 2000 infatti, quasi tutte le telefonate erano state anonime.

Nella capitale già da tempo sono stati predisposti quattro sportelli anti usura, che rispondono al motto: “Coraggio e informazione: ecco la soluzione”. Si trovano a Cinecittà, via Marco Dino Rossi, aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 (info: 06.72901412); in via Prenestina, 468, dal lunedì al venerdì, ore 10-13 (info: 25212509); al Quartaccio, via del Podere Trieste, venerdì ore 10-13 (info: 06.6276374); e ad Ostia, in via delle Baleniere, dal lunedì al venerdì, ore 9-13 (info: 06.56340125). Agli sportelli ci si può rivolgere per avere informazioni, sostegno, consulenza penale e civile per problematiche attinenti all’usura e all’indebitamento, gestione dei problemi bancari con riferimento alla soluzione di controversie e transazioni, consulenza aziendale per la gestione di fasi di crisi, per il risanamento di situazioni debitorie ed infine per una consulenza psicologica. Per le imprese la priorità assoluta è quella di sostenere i Confidi già esistenti e di estendere il numero di quelli con i fondi speciali antiusura-art.15 L.108/96.

NESSUN COMMENTO

Comments