Roma, Colosseo e figuranti centurioni

La notizia della protesta dei figuranti-centurioni ha assunto dignita’ nazionale, si veda Corriere della Sera di oggi. Si tratta di comparse che, a pagamento, si facevano fotografare con il fortunato-malcapitato turista. La Soprintendenza ai Beni Archeologici ha sollecitato il comune di Roma, detto Roma Capitale, ad intervenire per motivi di decoro.

Il problema era noto da tempo e ai primi figuranti-centurioni se ne sono aggiunti altri, fino a un totale di una quarantina, che delle loro prestazioni, farsi fotografare, ne hanno fatto un lavoro retribuito. Come al solito, in un primo tempo si e’ fatto finta di niente, poi qualche problemuccio, infine, l’invasione che andava aumentando nel tempo. Come al solito, si e’ lasciato incancrenire il problema e oggi siamo al "mi butto dal Colosseo".

Come risolvere? Se il Sindaco, Gianni Alemanno, non avesse idee in merito gliele suggeriamo noi: si puo’ utilizzare una nota associazione romana che, a proprie spese, riproduce le vere armature romane e che puo’ essere impiegata nei vari siti archeologici per informarli su costumi e usi degli antichi legionari romani. Gli attuali figuranti-centurioni potrebbero essere inseriti in questa attivita’.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc*
*Associazione per i diritti degli utenti e consumatori

NESSUN COMMENTO

Comments