Roma, Benzinaio ucciso in tentata rapina

Alle porte di Roma, sulla Via Aurelia, nei pressi di Ladispoli, c’è stata una rapina ad un distributore di benzina; rapina che si è poi trasformata in una sparatoria, che ha causato la morte del titolare e il ferimento del fratello.

Tutto è cominciato intorno alle 14, poco dopo l’ora di pranzo: un potente scooter è arrivato alla pompa di benzina, a bordo due uomini con il viso coperto da caschi integrali. Il guidatore ha subito chiedo a Mario Cuomo – questo il nome della vittima – di consegnargli l’incasso del giorno, circa mille euro. Ma Cuomo, insieme al fratello, ha detto no. Così il passeggero dello scooter ha estratto la pistola e ha sparato, colpendo i due fratelli alla testa e all’addome. Trasportati subito al policlinico Gemelli di Roma, Mario – che avrebbe compiuto oggi 62 anni – è morto durante il percorso. Grave suo fratello, colpito ad una spalla.

Il malvivente ha sparato ai due uomini davanti agli occhi del figlio di Mario, un ragazzo 35enne, l’unico che è riuscito a salvarsi, scappando dal retro del gabbiotto della pompa di benzina.

Sembra che i rapinatori siano italiani: in questa direzione si stanno muovendo i Carabinieri di Ladispoli, insieme a quelli di Civitavecchia.

NESSUN COMMENTO

Comments