Roma, alimentazione nelle scuole – di Beatrice Boero

Due progetti studiati appositamente per i bambini romani. “Sana e corretta alimentazione” e “SOS bimbo”, sono i progetti presentati l’8 maggio a 500 studenti delle scuole capitoline. Il meeting ha avuto luogo alle ore 11, presso l’Istituto Agrario Garibaldi, in via Ardeatina, 524, all’angolo con via di Grotta Perfetta. Il Vicesindaco Sveva Belviso ha presentato all’interno di una fattoria didattica questi due progetti, dedicati ai bambini ed alle loro mamme, alla presenza di numerosi studenti della capitale. Ha partecipato anche il presidente della commissione Politiche Sociali Tredicine ed il presidente Sip (Società Italiana Pediatri) Lazio, Bragaglia.

“Una tavola d’oro” e una “tavola nera” per distinguere i prodotti sani da quelli a rischio, per imparare a mangiare sano e ad evitare l’obesità.

Nel Lazio oltre il 10% dei bambini è obeso, mentre il 24,6% soffre di sovrappeso. Per questo motivo lo slogan della campagna itinerante di educazione alimentare è “Mettiti in testa di mangiar bene”. L’iniziativa coinvolge 70 scuole della capitale ed oltre 6.000 bambini, insieme alle loro mamme ed al corpo insegnante.

All’iniziativa “Sana e corretta alimentazione” si affianca il progetto “SOS bimbo”. Si tratta di un tour nelle scuole che prevede corsi di insegnamento primario, per bimbi, mamme e docenti, tenuti dai medici della Società Italiana di Pediatria. Si impara così la pratica della disostruzione, ovvero le prime manovre da apportare al bambino in caso di soffocamento. I corsi insegnano anche a riconoscere una reazione allergica, oppure uno shock anafilattico. Infatti, secondo quanto apprendiamo dall’Istat, il 27% delle morti classificate come accidentali da 0 a 14 anni, avviene per soffocamento.

NESSUN COMMENTO

Comments